Giocare online è un passatempo sicuro?

I siti di gioco online sono dotati dei più alti standard di sicurezza e per poter offrire i loro prodotti devono essere in possesso di una regolare licenza, rilasciata dall’Agenzia dei Monopoli dello stato italiano

.

Quanto è sicuro giocare online? La risposta è…  dipende. L’ambiente virtuale non è esente da rischi e pericoli, ma questo non significa che occorra starci alla larga: basta fare i giusti distinguo. Le sale da gioco virtuale, per poter operare in Italia, devono sottostare ad un regime di controllo e di sicurezza che ha standard elevatissimi. Perciò la prima cosa da fare prima di iniziare a giocare online è quella di controllare che il sito sia affidabile. Nel caso di siti che offrono giochi quali videogame o giochi in flash, è più difficile perché non esiste un protocollo di sicurezza. Ma quando si parla di giochi da casinò online, è molto semplice distinguere i siti sicuri da quelli poco affidabili.

Una prima scrematura la si effettua sincerandosi che il sito presenti il simbolo dell’Agenzia dei Monopoli, l’ex AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato). Tutti i provider che offrono giochi a pagamento in Italia devono avere acquistato una regolare licenza: altrimenti sono semplicemente siti illegali.

Gli strumenti di sicurezza del Web

Oltre all’egida dell’Agenzia dei Monopoli, i siti di gioco online sicuri ed affidabili si riconoscono anche per un’altra caratteristica dal minore impatto visivo: il certificato Secure Sockets Layer, meglio noto come certificato SSL. Pur senza scendere in tecnicismi, non serve essere esperti informatici per capire se un sito implementa il certificato SSL oppure no.

Basta semplicemente controllare l’inizio dell’URL  (Uiniversal Resource Locator), cioè l’indirizzo del sito. Se un sito ha l’indirizzo che inizia con httpps://, significa che la crittografia dei dati è presente e dunque è impossibile che un hacker possa mettere le mani sui dati degli utenti. Se invece l’indirizzo comincia con httpp://, quindi senza la “s” finale, questa garanzia non c’è.

Ma anche i giochi stessi, e non solo i loro “contenitori”, devono rispettare i più alti standard di sicurezza. La roulette, ad esempio, utilizza un sistema di generazione di numeri casuali (meglio noto come Random Number Generator) che di fatto impedisce qualsiasi tipo di truffa o di manomissione. Dal momento che l’esito di ogni giro della roulette viene determinato da un’intelligenza artificiale che restituisce risultati casuali, il gioco – e se per questo nemmeno i giocatori – è in grado di barare.

La tutela

Distinguere i siti di gioco sicuri e legali da quelli non sicuri, e peggio ancora illegali, è importante anche per un discorso di tutela dei diritti del consumatore. Questi, infatti, vengono garantiti dalle leggi dello Stato italiano, ma solo se il consumatore stesso non ha trasgredito la legge.

Dal momento che in Italia è possibile giocare solo nei casinò online, o scommettere sui bookmaker, che hanno acquistato una regolare licenza, farlo in altri lidi espone il giocatore non solo a tutti i rischi sulla sicurezza del caso, ma anche ad una mancanza di  tutela nel caso di controversie.