2Xmille ai partiti. Il PD incassa 8 milioni di donazioni, alla Lega 3 milioni

Con la dichiarazione dei redditi, i contribuenti possono decidere di destinare una quota del loro Irpef (lo 0,2%, cioè il cosiddetto 2×1000) ad un partito. Nel 2019 è il PD quello con più donazioni. M5S non compare in lista perché da sempre contrario alle donazioni

.

E’ ancora il Pd il partito in Italia che riceve più donazioni attraverso il 2xmille,  la forma di finanziamento pubblico ai partiti che ha sostituito i rimborsi elettorali ed  istituito dal governo Letta con il decreto 149/2013, poi approvato dal parlamento.

Secondo i dati del Dipartimento delle Finanze, che sintetizzano le scelte dei contribuenti nelle dichiarazioni dei redditi del 2019 (relative all’anno di imposta 2018), il Partito democratico ha incassato oltre 8,4 milioni di euro dal 42% di chi ha scelto di destinare la quota della propria Irpef ai partiti. La Lega per Salvini premier segue con 3 milioni di euro (20%), mentre la Lega Nord per l’indipendenza della Padania ha totalizzato circa 750 mila euro. Al terzo posto si piazza Fratelli d’Italia, che sale a 1,16 milioni di euro (da quasi il 7% di chi ha ‘donato’) rispetto ai 750 mila euro circa di un anno prima. La lista non comprende il M5S, contrario alla possibilità di destinare il 2xmille ai partiti, perché considerata un vero e proprio finanziamento pubblico ai partiti.