ASCOLTA RLB LIVE
Search

Contraffazione: Daspo urbano per i venditori ambulanti

Daspo urbano per i venditori ambulanti di prodotti contraffatti e perdita di benefici come il reddito di cittadinanza o l’indennità di disoccupazione per chi commercia o anche acquista consapevolmente i falsi

 

 

ROMA – Sono due delle misure allo studio presentate dal viceministro dello Sviluppo economico, Dario Galli, in un’audizione alla commissione Attività produttive della Camera sul Piano nazionale anticontraffazione 2018-2020. Il consiglio nazionale per la lotta alla contraffazione, assieme al ministero della Giustizia, spiega Galli, “sta esaminando proposte normative orientate al colpire gli introiti” della contraffazione e “la nostra idea è quella di mettere il Parlamento entro breve tempo nella condizione di legiferare su nuove fattispecie”. Tra le novità ci sarebbe il divieto di ambush marketing (cioè il commercio parassitario connesso a grandi eventi), il contrasto dell’ambulantato illegale con la possibilità di colpire anche la mera detenzione per la vendita e l’aggravante per chi acquista prodotti contraffatti su piattaforme di ecommerce.