ASCOLTA RLB LIVE
Search

concorso scuola

Scuola, concorsi per 70.000 insegnanti. 55mila destinati ai precari, 24.000 ai neolaureati

Per 55mila supplenti di terza fascia delle scuole medie e superiori accesso al 50% dei posti disponibili per il concorso ordinario, attraverso una procedura riservata e semplificata. Altri 17mila sono quelli del concorso ordinario per infanzia e primaria e 24mila destinati ad un concorso ordinario per laureati

.

ROMA – Raggiunto l’accordo tra sindacati e MIUR per i 55 mila supplenti di terza fascia delle scuole medie e delle superiori. L’accordo è stato firmato ieri sera dal ministro Marco Bussetti e dai segretari del settore scuola dei sindacati confederali FLCGIL, CISL, UIL,, oltre che da Snals e Gilda.

Bandiremo due concorsi per la scuola secondaria, fra straordinario e ordinario, per quasi 50mila posti. Altri 17mila sono quelli del concorso ordinario per infanzia e primaria. Nei prossimi mesi, dunque, bandiremo quasi 70mila posti nella scuola – ha dichiarato il Ministro al termine dell’incontro con i sindacati della scuola – Sono previste principalmente misure straordinarie per il reclutamento dei precari storici. Ulteriori 24mila posti saranno poi destinati ad un concorso ordinario per laureati in possesso dei requisiti previsti dalla disciplina vigente, fra cui 24 crediti formativi in ambito antropo-psico-pedagogico e metodologie e tecnologie didattiche. I tavoli proseguiranno ora per affrontare, fra l’altro, anche le tematiche connesse al personale Ata”.

Procedura semplificata per il 50% dei posti per i precari

Proprio sul reclutamento dei precari e l’accesso a un Percorso abilitante speciale (Pas), ha visto il lungo confronto che si è concluso positivamente, con una mediazione che è riuscita a tenere insieme gli interessi dei lavoratori coinvolti con le esigenze di funzionamento della scuola. L’accordo prevede una procedura riservata e semplificata che dà accesso al 50 per cento dei posti disponibili per il concorso ordinario e un percorso abilitante speciale senza selezione in ingresso. Seguirà infatti una prova orale non selettiva il cui punteggio servirà solo per migliorare la posizione in graduatoria ai soli fini della scelta della sede.

concorso scuola

Il Pas sarà aperto a tutti i docenti con tre annualità di servizio nelle scuole statali, paritarie e percorsi di istruzione e formazione professionale limitatamente all’obbligo scolastico attivato entro e non oltre il 2019. Sarà articolato su più cicli annuali, aperto alla partecipazione anche del personale di ruolo e ai dottori di ricerca. Il concorso sarà strutturato con la valutazione di titoli, servizio e prova computer based. Per 24.268 di “terza fascia” non ci sarà quindi preselezione: i precari entreranno in una graduatoria speciale, differenziata da quella del resto dei candidati (neolaureati e docenti già di ruolo). Per accedere a questa riserva, dei 36 mesi di supplenza 12 dovranno essere stati spesi nella disciplina per cui si vorrà concorrere.