ASCOLTA RLB LIVE
Search

Nuovo codice della strada 2019

Nuovo codice della strada: scooter in autostrada, zone scolastiche e maxi multe

Sono solo alcune delle tante novità introdotte nel testo base del nuovo codice della strada che approda in commissione trasporti della camera. Normata anche la circolazione di pattini, monopattini e skateboard, stretta sulle droghe, parcheggi rosa, super multe per chi usa dispositivi elettronici e foglio rosa a 12 mesi 

.

ROMA – Anche i possessori di scooter, ciclomotori e moto di 125cc potranno viaggiare in autostrada e superstrade purché maggiorenni. Questa è solo una delle tante novità e modifiche al nuovo codice della strada presentato dal Governo che questa mattina arriverà in commissione trasporti alla camera  dove saranno possibili emendamenti fino al 3 giugno prima di passare in aula per la sua approvazione. Diverse le novità introdotte nel testo base con inasprimento delle sanzioni per i cosiddetti “maleducati” del volante.

Strade scolastiche: limite a 30 Km/h

Una delle principali novità è l’introduzione della definizione di strada scolastica: i comuni dovranno provvedere a stabilire limitazioni alla circolazione negli orari delle attività didattiche, all’ingresso e all’uscita degli alunni, con zone a traffico limitato, aree pedonali e limite a 30 Km/h. Chi dovrà pretendere la patente avrà più tempo per fare pratica visto che il foglio rosa passerà da 6 a 12 mesi. Normata anche la circolazione di pattini, monopattini e skateboard sulle piste ciclabili nelle aree pedonale e negli spazi riservati ai pedoni.

Maxi multe  e sospensione patente per chi usa telefoni, notebook e tablet

Quadruplicate le multe per chi viene fermato alla guida con smartphone, computer portatili e tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento della mani dal volante con la sanzione da 422 € fino 1.697 € e la sospensione della patente di guida da 7 giorni a 2 mesi. Per i recidivi la multa sale da 644 €  a 2.588 € con una nuova sospensione della patente tra 1 a 3 mesi e 10 punti in meno sulla patente. Raddoppiata la decurtazione dei punti dalla patente anche per chi parcheggerà senza averne diritto sugli spazi destinati ai disabili e sui marciapiedi con le multe per gli automobilisti che vanno da un minimo di 161 euro € (e non più 85) ad un massimo di 647 € (e non più 334). Multe raddoppiate anche per i ciclomotori: la sanzione va dagli 80 € ai 328€. Prevista anche una decurtazione di 2 punti per la sosta su spazi riservati alla ricarica dei veicoli elettrici.

Stretta per chi guida sotto l’effetto di droghe

Nel testo ci sono modifiche anche per chi viene fermato alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope. Il reato si configura al solo ricorrere della presenza di una sostanza stupefacente nel corpo del conducente ed è previsto inoltre che l’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope possa essere dimostrato attraverso gli accertamenti sulla saliva effettuati nel rispetto dell’integrità fisica, presso laboratori accreditati, fissi o mobili”.

Parcheggi rosa ed esenzioni

Buone notizie per donne in gravidanza e bambini fino a 2 anni. Per loro saranno previsti spazi rosa riservati alle soste. Esenzione dal pagamento del pedaggio autostradale per i veicoli della Croce rossa, queslli dei servizi di trasporto e soccorso sanitario, protezione civile e veicoli delle associazioni di volontariato appartenenti a reti nazionali.

Le altre modifiche

  • Consentito sulle autoambulanze il trasporto di un accompagnatore.
  • Guida assistita per i veicoli a quattro ruote destinati al trasporto di merci
  • Messaggi sociali e di sensibilizzazione della segnaletica stradale arrivano
  • Limite di durata minima della luce semaforica gialla (5 secondi).
  • Abolito l’obbligo di uso diurno delle luci di posizione e degli anabbaglianti
  • Viene pure modificata la norma relativa alle sanzioni amministrative per i veicoli immatricolati all’estero: la mancata corresponsione della sanzione, delle spese di trasporto e custodia entro novanta giorni dalla notifica del verbale di fermo amministrativo, comporterà l’alienazione del veicolo
  • Stretta anche sulla circolazione di veicoli eccezionali. Aumentano le sanzioni amministrative “in caso di circolazione dei mezzi d’opera in eccedenza rispetto ai limiti di sagoma e in caso di destinazione di mezzi d’opera al trasporto di cose diverse da quelle previste dalla normativa vigente”