ASCOLTA RLB LIVE
Search

Reddito di cittadinanza. I lavori che si possono rifiutare sotto gli 858 euro

Se non ritenuta congrua, i beneficiari del reddito di cittadinanza avranno il diritto di rifiutare l’offerta di lavoro proposta dai navigator, senza il rischio di perdere il sussidio.

.

ROMA –¬†Posti dimezzati per i navigator che dovranno guidare i cittadini che hanno ottenuto il reddito di cittadinanza nel modo del lavoro. Si ma quale accettare e quale rifiutare senza perdere il sussidio? Tutto ruota attorno alla “congrua offerta” ovvero un lavoro che dovr√† essere a tempo pieno e indeterminato. E il salario? Non inferiore del 10% rispetto ‚Äúalla misura massima del beneficio fruibile dal singolo individuo inclusivo della componente ad integrazione del reddito dei nuclei residenti in abitazione in locazione‚ÄĚ. Significa almeno 858 euro (780 euro +78) al mese e¬†introdotto al Senato durante l‚Äôesame del decreto legge¬†4/2019 .¬†Un limite che, secondo le stime del¬†Sole 24 Ore, riguarderebbe oltre 4 milioni e 200 mila lavoratori che oggi guadagnano meno di quella cifra.

858 euro reddito

Dunque, i beneficiari del reddito di cittadinanza potranno dire di no senza perdere il sussidio a lavori stagionali (dove il record va alla Calabria con il 45%), part-time, apprendisti o a chiamata. Ma anche parrucchieri, commesse, impieghi nella ristorazione, imprese di pulizia, agricoltura e artigianato. Ma nel calderone finirebbero non solo tutti quei lavori part-time effettuati la maggior parte da giovani, le collaboratrici domestiche ma anche quelli relativi ai servizi integrati come gli addetti alla mensa, portinai e manutentori che potrebbero paradossalmente fuoriuscire dal mondo del lavoro anziché entrare.

Dure critiche dalla confartigianato. Per il presidente Giorgio Merletti “con questa soglia il rischio √® quello di disincentivare contratti che costituiscono canali di ingresso nel mercato di lavoro di persone in condizione di bassa occupazione“. Dubbi arriva anche dal mondo dei call center. Per il presidente di Assocontact Paolo Sarzana “molti addetti fanno poche ore al giorno e le assunzioni sono legate alla volatilit√† delle commesse“.