Afghanistan, ucciso alpino di 24 anni - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Afghanistan, ucciso alpino di 24 anni

Avatar

Pubblicato

il

ROMA (TMNews) – Il presidente del Consiglio Mario Monti auspica che “tutto il mondo politico e istituzionale si raccolga intorno alle forze armate italiane,

confermando il pieno sostegno al loro impegno nelle aree di crisi ed in particolare all’opera encomiabile che prestano al servizio del nostro Paese nella cruciale fase di transizione istituzionale, stabilizzazione e pacificazione in Afghanistan”. Così il premier ha espresso “profondo cordoglio” per la morte del caporale Tiziano Chierotti, uno dei quattro militari rimasti feriti nello scontro a fuoco a Bakwa e deceduto alle 19:45 ore afgane. Cordoglio anche dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che in un messaggio inviato ai familiari della vittima parla di “grave attacco terroristico in cui ha perso la vita il caporale Tiziano Chierotti, mentre assolveva con onore i propri compiti operativi nell’ambito della missione Isaf in Afghanistan”. Il militare 24enne, originario di Sanremo, gravemente ferito all’addome, era stato trasferito dall’ospedale da campo di Farah alla struttura sanitaria di livello superiore di Camp Bastion per le cure del caso, ma è morto per il repentino aggravarsi delle condizioni cliniche nonostante i tentativi di rianimazione. Non sono in pericolo di vita gli altri tre militari coinvolti nell’evento. Lo scontro a fuoco, ha avuto luogo nel distretto di Bakwa, nella provincia di Farah (a sud di Herat), nel corso di un’operazione congiunta della Task Force South East con unità del 207° Corpo dell’esercito afgano. I quattro militari italiani coinvolti erano impegnati in una attività di pattuglia nell’abitato del villaggio di Siav – a circa 20 km a ovest della base operativa avanzata “Lavaredo” di Bakwa, dove è basata la Task Force South East costituita dal 2° reggimento alpini – quando sono stati attaccati con armi da fuoco da un gruppo di insorti. Nello scontro a fuoco è deceduto anche un soldato afgano. I quattro soldati fanno parte del secondo Reggimento Alpini, di stanza nella caserma di San Rocco Castagnaretta alle porte di Cuneo. Lo si e appreso da una nota del presidente del Consiglio della regione Piemonte, Valerio Cattaneo, che ha inviato un messaggio di solidarietà al comandante, il colonnello Cristiano Chiti, rivolgendo ai feriti gli auguri di pronta guarigione, prima che si sapesse del decesso. Quella di oggi è stata una giornata di sangue per le forze Isaf in Afghanistan: oltre al morto e ai feriti italiani, sono rimasti uccisi anche due soldati americani ed altrettanti britannici, oltre a 2 afghani. Poco dopo l’attacco agli italiani, due militari americani sono rimasti uccisi dopo che un individuo che indossava la divisa del corpo di polizia afgano ha rivolto la pistola contro di loro a Khas Uruzgan, nella provincia centrale di Uruzgan, secondo quanto riferito dall’Isaf (Forza internazionale di assistenza alla sicurezza), missione a guida Nato in Afghanistan. Quasi contemporaneamente è giunta la notizia della morte a causa del fuoco amico, di altri due soldati dell’Isaf, questa volta britannici, tra cui una donna medico, oltre a un poliziotto afgano, come ha fatto sapere il ministero della Difesa a Londra. Secondo il Times, una sparatoria è scoppiata quando le truppe britanniche nella provincia meridionale di Helmand hanno scambiato il poliziotto per un insorto, ma il ministero britannico ha precisato che le circostanze dell’incidente sono ancora da ricostruire.

 

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza