Ciclismo: morto “leone” Fiorenzo Magni

 

(AGI) – ROMA – Lutto nel mondo del ciclismo per la morte di Fiorenzo Magni, che avrebbe festeggiato 92 anni il prossimo 7 dicembre. Diventato professionista nel

1940, vinse per tre volte il Giro d’Italia (’48, ’51 e ’55) riuscendo a spezzare il binomio Coppi-Bartali ma lego’ le sue fortune soprattutto al Giro delle Fiandre dove si impone per tre anni di fila, tra il 1949 e il 1951, al punto da guadagnarsi il soprannome di “Leone delle Fiandre”. Il corridore di Vaiano fu anche uno dei dirigenti sportivi piu’ illuminati e lungimiranti e a lui si deve, nel ’54, la “scoperta” delle sponsorizzazioni. Ct della Nazionale dal 1963 al 1966, Magni vinse in carriera piu’ di settanta corse, si aggiudico’ sei tappe al Giro, sette al Tour e quattro alla Vuelta. Personaggio anche fuori dal mondo del ciclismo, Magni non nascose mai le sue simpatie fasciste e fu assolto, seppur per amnistia, dall’accusa di aver partecipato alla strage di Valibona nel ’44 in cui vennero uccisi alcuni partigiani.