In Calabria dal 1860 quasi 300 morti e dispersi per inondazioni

In Italia 10 eventi in 30 anni lo indica il bilancio tracciato dall’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irpi)

 

ROMA – I torrenti ingrossati da piogge estive violente, improvvise e quasi impossibili da prevedere hanno provocato, negli ultimi 30 anni in Italia, almeno 23 vittime in 10 gravi eventi, simili a quello che in Calabria ha travolto gli escursionisti del Pollino: lo indica il bilancio tracciato dall’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irpi). La stessa fonte rileva che in Calabria le inondazioni hanno provocato 284 fra morti e dispersi dal 1860 a tutto il 2017. Nell’estate 1991 in Trentino, sulle Dolomiti del Brenta, la piena di un torrente ha sorpreso un gruppo di ragazzi a pochi metri dal rifugio Brentei: sette di essi sono stati travolti dai massi che, per effetto della intensa pioggia in quota, si muovevano verso valle proprio nel canalone nel quale i ragazzi cercavano di rifugiarsi.

Nell’agosto 1996 in Toscana un’ondata di piena ha travolto due ragazzi che facevano il bagno del torrente Riomagno, nella zona di Seravezza (Lucca). Ancora in estate, nell’agosto 1999 in Val Chiavenna un gruppo di scout che campeggiava su palafitte costruite nel greto del torrente Febbraro è stato sorpreso da un’ondata improvvisa causata da un forte temporale avvenuto in quota durante la notte: tre ragazze persero la vita. Nell’agosto 2015 nella provincia di Biella le acque del torrente Cordar si sono ingrossate improvvisamente uccidendo un ragazzo che campeggiava vicino alle rive: la piena del torrente strappò la sua tenda, trascinando il ragazzo a valle.

In quello stesso mese in Abruzzo una famiglia di quattro persone è stata travolta mentre percorreva un sentiero lungo il canalone che porta al nevaio del Gran Sasso: una pioggia improvvisa ha generato un carico di acqua e detriti che ha trascinato a valle la madre, che nella tragedia ha perso la vita. A dare l’allarme era stata la figlia di 12 anni, che solo nel tardo pomeriggio era riuscita a scendere a valle e a far soccorrere padre e fratello. Episodi drammatici dovuti a piene improvvise hanno purtroppo lasciato il segno in Calabria fin dal 1860, provocando 284 morti e dispersi per le inondazioni e 238 per le frane. Tra le alluvioni più recenti, quello di Soverato che nel 2000 ha provocato 13 morti, quello di Crotone del 1996, con 6 morti; la più grave è stata quella che nel 1953 è avvenuta in almeno 10 località della regione provocando oltre 100 morti.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Consorzio-Olio-Igp-Calabria

Il ruolo dell’olio nella lotta ai tumori. Il Consorzio Olio di Calabria Igp discute...

VERONA - L'appuntamento è a Verona, nel corso di uno dei Vinitaly più atteso di sempre. Domenica, 14 aprile, alle 15, nel padiglione della...

Sport sociale, diritti e pace: a Saracena i primi 40 anni di Vivicittà

SARACENA (CS) - Vivicittà compie 40 anni (era il primo aprile 1984), la manifestazione podistica organizzata dall'Uisp che ha attraversato la storia del Paese...
viali cosenza palermo sala stampa 01

Viali «risultato ottimo per come é arrivato. Dopo il pari abbiamo provato a vincere»

COSENZA - Una vittoria che sembra ormai una chimera e che manca dalla fine di gennaio per il Cosenza, reduce dall'ennesimo pareggio contro il...
Gennaro Tutino Cosenza Palermo

Ci pensa il solito Tutino, ma la vittoria non arriva. Cosenza-Palermo finisce 1 a...

COSENZA - Serviva un successo al Cosenza per rispondere alla pesante vittoria della Ternana a Cremona e cercare di allontanarsi dalla zona rossa di...

Rovito: visita istituzionale della console di Cuba a Roma, Arasay D’Angelo Pereira

ROVITO – Visita istituzionale questa mattina a Rovito, comune della Presila alle porte di Cosenza, della console di Cuba a Roma, Arasay D'Angelo Pereira....

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, spaccio a scuola e all’autostazione: pusher minorenni tornano liberi

Quattro minori finiscono in manette accusati di 62 episodi di cessione di droga tra i coetanei a scuola, nelle villette e per strada. Una...

Cosenza, cocaina e armi in via degli Stadi: 77enne ai domiciliari

Tre pistole e un chilo e mezzo di cocaina in una soffitta in piazza Thurium, in uso ad un 77enne. Il Gip convalida l'arresto...

Cosenza, rapina cruenta “per amore”: in appello pena ridotta per Papaianni

Condannato a tre anni dal Tribunale dei minori, la Corte di Appello di Catanzaro accoglie le motivazioni della difesa rideterminando la pena a due...

Amantea, auto in fiamme nel cortile del politico La Rupa

Due le auto completamente distrutte nella notte tra sabato e domenica all'interno del cortile dell'abitazione della famiglia del politico     AMANTEA (CS) - Incendio ai danni...

Fiumefreddo Bruzio, estate con i rifiuti in strada: il degrado avanza

I villeggianti e non solo non ce la fanno più e a segnalare con una mail lo stato di degrado che vivono giornalmente è...

Cosenza, investito il ciclista Pozzovivo. Sarà operato stasera, addio Vuelta

Investito mentre si allenava in bici è stato prontamente soccorso dai sanitari del 118, stabilizzato e trasferito presso il Pronto soccorso dell'Annunziata. Per il...