ASCOLTA RLB LIVE
Search

Ministro Toninelli ai Comuni: “basta sprechi, le Regioni completassero interventi già finanziati”

“Sono giorni che vengo accusato a vanvera perché il mio ministero avrebbe tagliato fondi per l’Edilizia residenziale pubblica. E’ una fesseria: la cifra da assegnare, pari a 321 milioni complessivi, è rimasta intatta”.

 

ROMA – Con un lungo e diretto post su Facebook, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli risponde alla polemica scatenata in particolare dai comuni, sulla sospensione dei fondi per le periferie: “Ciò che stiamo facendo è un’altra cosa: il Governo del cambiamento non consente più a nessuno di sprecare i soldi dei cittadini. Quei soldi devono servire a dare concretamente alloggi a chi ne ha bisogno. Iniziamo ad applicare, pur con gradualità, un criterio meritocratico – spiega Toninelli – che finora non è mai stato utilizzato. Non è una questione di Nord contro Sud come qualcuno ha detto. Tant’è che ci sono regioni del settentrione tra quelle che si sentono penalizzate e del meridione tra quelle beneficiate”.

“E ancora- prosegue il ministro nel post – non c’è stato, a differenza di quanto alcuni affermano, alcun accordo già ratificato nella Conferenza unificata in cui discutono lo Stato e le Regioni. L’intesa era preliminare e soltanto tra le Regioni. Il problema è che quell’accordo si fondava su un riparto delle risorse stanziate con un decreto del marzo 2015, poi integrato da un altro decreto dell’ottobre dello stesso anno. Due testi che avevano generato comportamenti scorretti da parte di alcuni governatori, i quali avevano modificato le proprie liste e gonfiato l’entità del fabbisogno senza rispettare le norme, a discapito delle Regioni più corrette. Abbiamo visto proposte di interventi senza la minima giustificazione e senza le informazioni basilari sui progetti”.

“Ma soprattutto potete vedere voi stessi (tabella in basso) come i governatori non siano stati affatto in grado di sfruttare al meglio le risorse. Parliamo di numeri ridicoli in termini di obiettivi raggiunti! Questo non è accettabile. Il mio ministero ha quindi avanzato una proposta, peraltro flessibile, per ripartire i fondi utilizzando, almeno parzialmente, gli stessi criteri del decreto del 2015 già approvati all’unanimità anche dalle Regioni”.

“Il Mit non vuole togliere niente a nessuno. Conosciamo le situazioni di carenza in termini di edilizia popolare – spiega Toninelli – ed in particolare al Sud. E siamo consapevoli che ci sono spesso delle pastoie burocratiche difficili da superare. Tuttavia, sarebbe opportuno che prima di chiedere altri soldi allo Stato i presidenti di Regione si impegnassero a completare gli interventi già finanziati. Con il Governo del cambiamento si cambia musica e si premia il merito anche sull’Erp. Ora mi aspetto che i governatori tornino a sedersi al tavolo per un accordo che sia davvero rispettoso di un sano utilizzo dei soldi dei cittadini”.

L’intenzione del Governo non sarebbe dunque quella di sottrarre all’edilizia pubblica, soprattutto nelle regioni del meridione, che hanno grandi carenze su questo fronte ma di mettere in discussione lo schema precedente destinando quei soldi a progetti realmente meritevoli e utili, evitando magari che finiscano invece a disposizione dei noti furbetti.




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config