ASCOLTA RLB LIVE
Search

Maltempo: arriva Cleopatra

ROMA – Piogge da nord a sud, fenomeni temporaleschi definiti «importanti» e un’allerta maltempo che dovrebbe scattare nelle prossime 24 ore nonostante il sole

splenda in diverse parti d’Italia, come a Roma. E proprio nella capitale ieri il sindaco Alemanno ha lanciato l’allarme: «Evitate gli spostamenti, fate attenzione».

Sei sono le regioni a rischio nubifragi nelle prossime ore: Liguria, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Campania. Queste sono le previsioni di Antonio Sanò, de «IlMeteo.it», secondo cui il ciclone «Cleopatra» già da questa sera in Liguria, colpirà le nostre regioni con una certa violenza, per raggiungere la massima potenza nella notte tra lunedì e martedì. «Cleopatra», spiega Sanò, nasce dai contrasti tra l’aria più fredda che sta scendendo da latitudini artiche verso la Spagna e il Marocco, con l’aria più calda di risposta dall’entroterra sahariano. Da questa sera e per 12 ore, dalle ore 20 fino alle 8 di domani, sarà massima allerta in Liguria e in particolare nella provincia di Genova con punte di 100mm di pioggia. Poi nella notte sarà la Lombardia e in particolare il bergamasco ad essere violentemente colpito con 60mm di Allagamenti nel Salernitano. Notte di intenso lavoro per i Vigili del Fuoco nel Salernitano a causa del cattivo tempo. Complessivamente sono stati effettuati 35 interventi, la maggior parte dei quali per allagamenti di scantinati, di box auto e di sottopassi, per smottamenti di vario genere, soccorso a persone e verifiche di stabilità di immobili nei comuni di Battipaglia, Bellizzi, Pontecagnano Faiano ed Olevano sul Tusciano. I comprensori maggiormente colpiti sono stati la Piana del Sele ed i Picentini. 
Eventi estremi. Il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli è stato chiaro: arriverà una perturbazione «importante», con piogge abbondanti ed estese, che potrebbero portare, in particolare lunedì prossimo, allagamenti e smottamenti, specialmente su Roma e il centro Italia. Secondo Gabrielli «questo inizio di autunno molto importante andrà a colpire un territorio che ha avuto una serie di episodi critici in estate, con molte aree percorse dal fuoco». E quindi ci saranno «sicuramente dilavamenti con possibilità di smottamenti e frane». L’allerta maltempo sta arrivando anche a Firenze e l’assessore alla mobilità di Palazzo Vecchio Massimo Mattei invita i cittadini a limitare gli spostamenti oltre a spiegare che il Comune è pronto «a intervenire in caso di necessità». 
Coldiretti: allarme vendemmia nel centro sud. «È allarme nelle campagne per l’arrivo dell’ondata di maltempo nelle regioni del centro sud dove sta per concludersi la vendemmia mentre iniziano a maturare le olive, con il rischio che venga distrutto in molte aziende il lavoro di un intero anno». È quanto afferma la Coldiretti nel commentare l’allarme della protezione civile per l’arrivo sulle regioni centrali, in particolare quelle tirreniche, una «perturbazione importante». Il maltempo, sottolinea la Coldiretti, si abbatte su una vendemmia che potrebbe classificarsi al minimi storici con un raccolto sotto i 40 milioni di ettolitri anche se buona qualità, ma anche per l’olio di oliva si prevede un contenimento della produzione nazionale. L’arrivo del maltempo con forte intensità rischia di provocare danni irreversibili alle colture e conferma l’anomalia di un 2012 segnato da eventi estremi con neve e ghiaccio che hanno bloccato l’Italia durante l’inverno e poi da caldo e siccità estivi che hanno bruciato i raccolti e provocato perdite per 3 miliardi di euro all’agricoltura nazionale. 
La nuova perturbazione colpisce l’Italia dopo un’estate che si è classificata al secondo posto tra le più calde. Una situazione che aumenta il pericolo di frane e smottamenti in un Paese come l’Italia dove, conclude la Coldiretti, ci sono 5.581 comuni, il 70% del totale, a rischio idrogeologico, dei quali 1.700 sono a rischio frana e 1.285 a rischio di alluvione, mentre 2.596 sono a rischio per entrambe le calamita’.
È prevista, a partire da domani pomeriggio su tutta la Campania, una nuova intensa perturbazione con piogge diffuse e temporali anche di forte intensità. Così la Protezione Civile della Regione Campania che, acquisite le elaborazioni meteo del Centro funzionale, ha allertato tutte le strutture tecniche competenti, a cominciare dalla Agenzia regionale di Difesa del suolo (Arcadis) per fronteggiare le eventuali necessità. «Il maltempo che arriverà da domani in Campania è dovuto alla stessa perturbazione – dice l’assessore regionale alla Protezione civile Edoardo Cosenza – che, al momento, si sta avvicinando alle regioni settentrionali e che interesserà poi anche quelle del Centro Italia per raggiungere successivamente il meridione. Una condizione di maltempo marcato con forti temporali, raffiche di vento e rinforzo del moto ondoso. La fase più acuta delle precipitazioni – aggiunge Cosenza – è prevista tra la serata di domani e la nottata, mentre da martedì mattina si attende un graduale miglioramento delle condizioni meteo».