ASCOLTA RLB LIVE
Search
Legnochimica

Legnochimica, il sindaco di Rende a Roma per sbloccare i fondi per la bonifica

A disinquinare l’area dovrebbe essere la Legnochimica Srl, società ormai fallita.

 

RENDE (CS) – Domani pomeriggio alle 15.00 a Roma il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti riceverà il sindaco di Rende Marcello Manna. Un incontro molto importante che il primo cittadino di Rende ha chiesto per poter mettere fine ad un problema che attanaglia la città di Rende da anni: l’ex sito della Legnochimica. Si cerca una soluzione definitiva per la bonifica totale dell’area. Le responsabilità di chi ha inquinato sono chiare e si tratta dell’ex Legnochimica Srl. Società fallita. Il soggetto quindi, che deve ripulire il sito in questione non esiste più. Eppure in questi tre anni sono stati tanti gli atti amministrativi da parte di un primo cittadino che non si è mai arreso e ha chiamato anche in causa la regione e il presidente Mario Oliverio.

 

Il 21 giugno 2017 ricordiamo che il sindaco di Rende ha spedito al presidente della regione Mario Oliverio una lettera con la richiesta di “provvedere alla bonifica agendo in surroga del responsabile della contaminazione, così come prevede l’articolo 250 del decreto legislativo 3/04/2006 n.152 (norma in materia ambientale)”. Intanto l’amministrazione comunale non si è fermata e ha finanziato l’assegno di ricerca per uno studio da condurre sul processo di bonifica e il risanamento dell’area ex legnochimica. Il report finale è stato consegnato in questi giorni al Comune di Rende, unitamente alla nota con cui il responsabile dell’assegno di ricerca ha manifestato la disponibilità a proseguire gli studi svolti fin ora, al fine di definire un piano di fattibilità degli interventi di riqualificazione ambientale, fermo restando, la necessità di una più compiuta caratterizzazione dei fenomeni che passa dalla definizione del “valore naturale di fondo” degli elementi contaminanti.