Toghe fuori ruolo massimo per 10 anni, arriva emendamento governo

(AGI) – Roma, 4 ott. – Toghe fuori ruolo per un massimo di dieci anni. Il Governo cambia la cosiddetta norma Giachetti sui magistrati che assumono incarichi fuori ruolo e con la quale si prevedeva che questi potessero assumere un incarico per cinque anni a cui se ne potevano aggiungere altri cinque dopo la riassunzione delle funzioni.

“I magistrati ordinari, amministrativi e contabili, gli avvocati e procuratori dello Stato non possono essere collocati fuori ruolo, per un tempo che, nell’arco del loro servizio superi complessivamente dieci anni, anche continuativi” si legge nel testo del Governo. Il predetto collocamento non può “determinare alcun pregiudizio con riferimento alla posizione rivestita nei ruoli di appartenenza”. Queste disposizioni si applicano anche agli incarichi che sono già stati conferiti alla data di entrata in vigore della legge. Rientrano in ruolo nei successivi sei mesi coloro che hanno superato il periodo massimo di permanenza fuori ruolo. Ma tutto questo non si applica agli incarichi connessi all’assunzione di cariche elettive o di mandato presso gli organi di autogoverno. Ed agli incarichi presso le istituzioni europee, gli enti, le Corti internazionali, gli organismi internazionali e intergovernativi, le rappresentanze diplomatiche presso questi enti e istituzioni. (AGI)