TwittItaly, ecco come cinguettiamo nello Stivale - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

TwittItaly, ecco come cinguettiamo nello Stivale

Avatar

Pubblicato

il

La Social Media Week di Torino entra nel vivo dei cinque giorni della sua durata (si concluderà il 28 settembre) ed è dal capoluogo piemontese che ieri sera Vincenzo Cosenza, social media strategist di Blogmeter, ha mostrato i risultati di un’analisi originale dell’uso di Twitter in Italia.

Oltre ai numeri, che sono comunque indicatori neppure troppo sommersi di una qualsivoglia situazione, sono emerse alcune sfaccettature interessanti che, se da una parte aiutano a rivalutare il tecno fringuello come mezzo e veicolo di informazione, dall’altra dimostrano ancora una volta che Twitter è il meno sociale dei social network.

In Italia Facebook è ancora padrone con 22,4 milioni di utenti i quali, quotidianamente, si affacciano ai balconi della reggia virtuale di Zuckerberg. Twitter vanta un numero di aficionados ben inferiore (3,64 milioni di utenti) con una crescita impressionante del 111% (tra l’aprile 2011 e l’aprile 2012). Seguono LinkedIn con 2,85 milioni di utenti e Google Plus con 2,68. Pinterest – l’ex nuovo fenomeno – ha circa 500mila visitatori. Da noi raggiunto al telefono, Vincenzo Cosenza traccia un parallelismo tra i numeri italiani e quelli degli altri Paesi, tenendo debito conto delle rispettive net-population.

Nel periodo preso in esame da Cosenza (aprile-settembre) gli italiani hanno cinguettato 60,5 milioni di volte: senza potere entrare nel dettaglio di ogni singolo messaggio, per restare aderenti al ruolo che Twitter ricopre nel veicolare e trasmettere informazioni, va sottolineato che 26 tweet su 100 contengono un link e che il 19% dei cinguettii sono retweet. Gli hashtag sono usati nel 26% dei casi e solo un tweet ogni venti è geolocalizzato. “Testimoniare fatti di cronaca, commentare trasmissioni TV e per giocare creando hashtag che stimolino la condivisione” i tre modi principali di usare Twitter, aggiunge Cosenza.

I giorni preferiti dagli utenti sono il lunedì, il mercoledì e il venerdì. In questa alternanza gli orari che fanno registrare un picco di cinguettii sono tra le 12 e le 13 e tra le 19 e le 20. Durante il fine settimana c’è una relativa calma. Una riflessione d’obbligo: siamo ancora un popolo di (web)navigatori e di poeti; diamo ancora spazio ai sentimenti tanto è vero che nei casi presi in esame (la bomba a Brindisi e il terremoto in Emilia) gli argomenti rilevanti sono stati rispettivamente la rabbia e la paura. Ma c’è spazio anche per l’orgoglio e il patriottismo, come è accaduto il 28 luglio, giorno in cui gli italiani si sono distinti alle Olimpiadi nell’arco e nel fioretto. Questo da’ maggiore risalto all’aspetto interazione perché Twitter è anche (e a tratti soprattutto) interagire.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza