"La fusione tra Corigliano e Rossano non é un progetto fallimentare" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Ionio

“La fusione tra Corigliano e Rossano non é un progetto fallimentare”

Avatar

Pubblicato

il

Rosellina Madeo, consigliere comunale di “Fiori d’Arancio” insiste sul valore della unione tra le due cittadine ed ammonisce “bisogna dare un taglio alle parole”

 

 

CORIGLIANO-ROSSANO (CS) – Spirano i venti della scissione. E portano dietro di sé cumuli di risentimento mescolato a malcontento.

E c’è pure chi soffia forte per ingrossare la tormenta dei pentiti dalla fusione. Rosellina Madeo, consigliere comunale di “Fiori d’Arancio” non ci sta mettendo in guardia da questi minacciosi venti che vorrebbero, ancora, divisi da un lenzuolo le due città di Corigliano Calabro e Rossano. E con una nota, dai contenuti limpidi, insiste sul valore della unione tra le due cittadine. Non mancando di lanciare una forte critica verso l’esecutivo guidato da Flavio Stasi.

Sono sconcertata per il silenzio/indifferenza dietro al quale si sono trincerati l’Amministrazione comunale e la Maggioranza consiliare rispetto all’iniziativa di alcuni cittadini che hanno avviato la sottoscrizione civica per la richiesta di scissione del comune di Corigliano-Rossano. Lo dico chiaramente: è un silenzio/indifferenza complice di chi rema contro lo sviluppo di questo territorio. Comprendo benissimo le ragioni di chi oggi si sente tradito dal progetto di fusione. Probabilmente mi troverei anche io tra quei sottoscrittori se non sapessi che una vera e grande città è possibile se solo fosse governata. Se oggi siamo nelle condizioni in cui questa realtà comunale sembra del tutto ingestibile, non è per colpa di un progetto fallimentare”. Per la Madeo non ci si troverebbe di fronte ad un progetto zoppicante ma, prosegue il consigliere, si assisterebbe alla “manifesta incapacità di chi amministra di saper dare risposte. Prendiamo un esempio su tutti: le strade. Il nuovo comune di Corigliano-Rossano non ha allargato i suoi confini e ridotto il volume dei lavoratori della manutenzione. Se prima, ad esempio, le strade di Corigliano venivano manutenute da 10 persone oggi dovrebbero essere manutenute da 20 perché, se è vero che è stato ampliato il perimetro del Comune, è anche vero che è stata aggregata la forza lavoro alle dipendenze del municipio stesso”.

Per il consigliere di “Fiori d’arancio” una “buona Amministrazione deve andare a trovare le risorse per gli interventi (e non mi pare che questo stia avvenendo) a maggior ragione che la fusione glielo permette più e meglio di quando c’erano due singoli comuni. Un’Amministrazione illuminata deve saper programmare e proporre e non si deve piangere addosso. Ma temo che chi oggi amministra, questa nuova grande Città, in fondo, non l’ha mai voluta e l’azione politica dimostra quello che preannunciavamo già in campagna elettorale: ritrovarsi al potere una classe dirigente capace di demolire con “normalità” il sogno di un futuro migliore per le nuove generazioni. Non si deve tornare indietro. Bisogna dare un taglio alle parole e iniziare a lavorare seriamente»

Ionio

Cassano: dipendente positivo al covid, chiusi gli uffici demografici

Uffici chiusi al pubblico fino a venerdì 17 settembre mentre gli uffici di Lauropoli resteranno chiusi fino 21 settembre

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO ALLO IONIO – Un dipendente del Comune di Cassano è risultato positivo al covid-19 e per questo è stata disposta la chiusura temporanea degli uffici demografici della sede centrale e della delegazione municipale della frazione Lauropoli. La responsabile dell’Area 1 – Affari Generali del Comune, Monica Fazzita, con una comunicazione urgente diramata stamattina, ha avvisato gli utenti che gli uffici demografici della sede di Cassano resteranno chiusi al pubblico da oggi fino a venerdì 17 settembre, mentre gli uffici della delegazione di Lauropoli resteranno chiusi sempre da oggi fino a martedì prossimo, 21 settembre.

Continua a leggere

Ionio

Schiavonea: l’ambulanza ritarda, muore 56enne. Presentato un esposto

La donna sarebbe stata colta da infarto. Il cadavere è stato posto sotto sequestro in attesa che l’autopsia stabilisca le cause del decesso

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – La Procura di Castrovillari ha aperto un’inchiesta per far luce sulla morte di una donna di 56 anni, avvenuta qualche giorno fa a Schiavonea di Corigliano Rossano. Secondo quanto si apprende la donna, avrebbe avvertito un malore e si sarebbe precipitata fuori dall’abitazione per chiedere aiuto per poi accasciarsi a terra.

Alcuni passanti hanno allertato i soccorsi e nel frattempo sono arrivati anche i carabinieri sul posto. L’ambulanza però sarebbe arrivata in notevole ritardo e tra l’altro senza il medico a bordo. Inutili i tentativi dei sanitari di rianimare la donna. Sono stati i familiari a presentare un esposto per far luce sull’accaduto e per sapere se la 56enne poteva essere salvata. La salma è stata sottoposta a sequestro per effettuare l’esame autoptico.

Continua a leggere

Ionio

Arrestato un 48enne di Cariati. Era destinatario di un mandato di cattura europeo

L’uomo è accusato di aver commesso reati contro il patrimonio e la persona anche con l’uso di armi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CARIATI (CS) – Destinatario di un mandato di cattura europeo, finisce in carcere un 48enne residente a Cariati rintracciato nelle campagne tra le province di Cosenza e Crotone. L’arresto è stato eseguito nella mattinata di oggi dai Carabinieri della Stazione di Cariati. Il 48enne M.T., era ricercato in tutta Europa e accusato di aver commesso sul territorio internazionale diversi reati contro il patrimonio e contro la persona, spesso con l’uso di armi. All’arrivo dei militari, dopo l’identificazione, si è immediatamente consegnato alla giustizia senza opporre resistenza nominando nell’immediatezza l’avvocato Raffaele Meles quale proprio legale di fiducia. Al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere di Castrovillari in attesa delle operazioni di estradizione.

Continua a leggere

Di tendenza