Il caso di Alessio Ferraro scatena una gara di solidarietà

Un aiuto ora arriva dalla onlus Gocce nel Deserto, il cui presidente, Mario Smurra, spiega” un piccolo contributo di ognuno è solo una goccia in un oceano, ma se si è in tanti le gocce possono forare la pietra”

 

CORIGLIANO-ROSSANO – Continua la gara di solidarietà nei confronti del giovane cariatese, Alessio Ferraro, affetto dalla sindrome di Arnold-Chiari, una rara malformazione alla scatola cranica. Per l’operazione che potrebbe salvargli la vita, in una clinica negli Stati Uniti d’America, servono 200 mila euro. Troppi per la famiglia. E allora gli ex compagni di scuola hanno lanciato una raccolta fondi e sul web, nelle scorse settimane, si è scatenata la solidarietà.

Un aiuto ora arriva dalla onlus Gocce nel Deserto. Il cui presidente, Mario Smurra, spiega” un piccolo contributo di ognuno è solo una goccia in un oceano, ma se si è in tanti le gocce possono forare la pietra”.

È con questa metafora che Mario Smurra, presidente della onlus Gocce nel Deserto, invita ad acquistare i lavori artigianali realizzati da ragazzi diversamente abili, il cui ricavato sarà devoluto a sostegno della raccolta fondi per l’intervento del giovane cariatese Alessio Ferraro.

Coordinati da Pancrazio Promenzio e Maria Caligiuri dell’associazione Gocce nel Deserto, le decorazioni e gli addobbi natalizi sono stati realizzati dai ragazzi di Noi ci siamo e Raggio di Sole, con la partecipazione della sala compleanni Il Cappellaio Matto. Saranno reperibili alla 3° Fiera d’Autunno, in programma per domenica 17 novembre, su viale Michelangelo, nell’area urbana di Rossano.

Infine, l’associazione ricorda che chiunque volesse contribuire alla vicenda umana di Alessio e sostenere la causa della famiglia e degli amici può farlo visitando la pagina facebook “Raccolta fondi di Vincenzo per cure mediche di Alessio Ferraro” o effettuando un bonifico sull’IBAN: IT72 D076 0116 2000 0100 3906 839 (conto intestato ai genitori Ferraro Domenico e Santoro Maria).