Detenzione illegale di cardellini: 28 esemplari chiusi in gabbia - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Ionio

Detenzione illegale di cardellini: 28 esemplari chiusi in gabbia

Avatar

Pubblicato

il

Tre uomini sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri forestali per aver detenuto illegalmente specie protette in alcune gabbie di legno nei magazzini e sui terrazzi

 

VILLAPIANA (CS)  – I militari della Stazione Carabinieri  Forestale di Castrovillari e di Corigliano, coadiuvati dai Carabinieri della Sezione Operativa Antibracconaggio e Reati in danno degli Animali (Soarda) dell’Organizzazione Forestale Ambientale e Agroalimentare dell’Arma, hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Castrovillari, tre uomini di Villapiana. Questi non sono riusciti a fornire ai militari, la documentazione attestante la lecita provenienza di cardellini (Carduelis carduelis) e di altra avifauna rinvenuta durante le perquisizioni: il primo controllo è stato effettuato ad un uomo, che li deteneva in un vano magazzino di un fabbricato a Villapiana, nel quale sono stati rinvenuti, rinchiusi in gabbiette di legno, 11 esemplari di “cardellino”.  Viste le condizioni, degli esemplari della specie particolarmente protetta, si è ritenuto di affidarli alle cure del Cras di Rende (Centro per il Recupero della Fauna Selvatica).

Il secondo detentore illegale residente a Villapiana, li aveva sistemati nelle pertinenze di un suo fabbricato dove sono stati trovati altri 7 esemplari rinchiusi in gabbiette ed un terzo uomo sempre di Villapiana, ne aveva altri 10 su un terrazzo, tutti chiusi in gabbiette metalliche. Constatate le loro accettabili condizioni di salute e alimentazione, gli esemplari sono stati per la maggior parte rimessi in libertà all’interno della Riserva Naturale della Foce del Fiume Crati. I cardellini, sono specie protetta che non è possibile detenere se non si dimostra la legittima provenienza o una speciale autorizzazione. Sono stati anche rinvenuti in gabbie, altri uccelli tra canarini e canarini ibridizzati, specie non protette, ma la cui detenzione è comunque soggetta ad autorizzazione in considerazione del numero di esemplari allevati.

Contro il prelievo eccessivo di cardellini allo stato selvatico, sono state applicate le vigenti norme che ne contrastano la detenzione illegale. Riguardo la materia, nei mesi scorsisi è svolta nella sibaritide l’operazione, “Osei 2”, che ha visto impegnato militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e del Gruppo Carabinieri Forestale di Cosenza oltre alle Stazioni dell’area sotto il coordinamento dalla Procura della Repubblica di Castrovillari che hanno individuato una vera e propria organizzazione costituita da cittadini di Corigliano e Rossano con il sequestro di oltre 3000 capi di avifauna per la maggior parte non cacciabile appartenenti alla specie di “Fringilidi” smantellando una illecita attività di caccia riconducibile al turismo venatorio

 

 

Ionio

Balneazione a Corigliano-Rossano, 4 punti non conformi

Arpacal ha comunicato l’esito dei controlli alle acque di balneazione svolti il 15.06.2021

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Il Servizio tematico Acque del dipartimento provinciale Arpacal di Cosenza ha comunicato questa mattina al sindaco del Comune di Corigliano Rossano, e contestualmente alla Regione Calabria ed al Ministero della Salute, l’esito dei controlli alle acque di balneazione svolti il 15.06.2021.

Quattro in punti in cui le analisi hanno dato un esito di non conformità: Punto denominato “100 mt dx Torrente Coserie”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 800 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “Camping Pitagora”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 750 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “Fosso Nubrico”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 770 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “100 mt dx Fiume Trionto”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 780 UFC/100 ml. (valore limite 200).

Come prevede la normativa, ora spetta al Comune, come d’altronde richiesto dall’Arpacal, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d’intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati. Si precisa – è riportato nella nota di Arpacal – che la denominazione dei punti della campagna di balneazione, a volte individuati con nome di località o stabilimenti balneari/alberghieri, non è frutto di una scelta discrezionale Arpacal, ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione e Ministero della Salute

Continua a leggere

Ionio

Corigliano-Rossano, al via la pulizia delle spiagge. Interessati 28 chilometri di litorale

Le attività di pulizia, partite ieri, renderanno le spiagge del litorale fruibili e pronti ad accogliere cittadini e turisti

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO-ROSSANO (CS) – Al via il servizio di pulizia spiaggia sul litorale di Corigliano-Rossano. Da ieri sono in azione gli uomini e i mezzi di Ecoross, azienda risultata aggiudicataria del servizio all’esito della apposita procedura aperta. Un’attività attesa e di fondamentale importanza per la città di Corigliano-Rossano, che restituirà decoro alla spiaggia rendendola fruibile e pronta ad accogliere cittadini, turisti e vacanzieri. Il servizio prevede la pulizia, sia meccanizzata sia manuale, lungo tutto il tratto che va da contrada Foggia a contrada Pantano Martucci per un totale di circa 28 chilometri di costa. Si tratta di un intervento impegnativo e massiccio, che sarà portato avanti in contemporanea su tutto il litorale cittadino.

Nella giornata di ieri è partita la pulizia meccanizzata che, eseguita mediante l’utilizzo di specifiche attrezzature e macchinari, proseguirà nei prossimi giorni. Dal 21 giugno, invece, prenderà il via anche l’attività di pulizia manuale che sarà effettuata con l’ausilio di 18 operatori appositamente formati e muniti di idonee attrezzature.

Pulizia e decoro, ma anche arredo urbano nel servizio a cura di Ecoross, che procederà alla installazione lungo la spiaggia di varie attrezzature a servizio dei cittadini. Nell’ottica di agevolare un corretto conferimento dei rifiuti, saranno posizionati appositi cestini per la raccolta differenziata e contenitori per le deiezioni canine. Inoltre, al fine di favorire una piena fruibilità dei luoghi anche ai diversamente abili, l’azienda installerà passerelle e camminamenti per l’accesso alla spiaggia. Non solo. Massima attenzione sarà riservata alla tutela dell’ambiente con il posizionamento di tabelle informative contenenti messaggi tesi a sensibilizzare cittadini e turisti alla salvaguardia e al rispetto dei luoghi. Infine, saranno messe a dimora delle piante ornamentali per incrementare il decoro urbano ed esaltare la bellezza del litorale.

Continua a leggere

Ionio

Palazzi storici a Cassano, 2 milioni di euro per il completamento degli interventi

Per il completamente delle opere si attende ora il via libera del Ministero delle Infrastrutture: l’Aterp soggetto attuatore

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Poco meno di due milioni di euro per consentire il completamento dei lavori necessari alla fruizione di tre palazzi gentilizi cassanesi. È la somma che la giunta regionale ha stanziato per far ripartire la macchina dell’utilizzazione ed utilizzo dei tre storici manufatti un tempo di proprietà, rispettivamente, delle famiglie Oriolo, Pontieri-Gallo e Toscano. Gli immobili in questione erano già stati oggetto di interventi di radicali interventi di manutenzione straordinaria, a seguito di intese siglate col Comune di Cassano tra il 2006 ed il 2008.

I lavori, tuttavia, sebbene giunti ad uno stadio avanzato, non giunsero mai a compimento né comunque ad essi fece seguito alcuna procedura di affidamento, così aprendo le porte ad una nuova stagione di degrado e abbandono, aggravata dalle ripetute incursioni vandaliche. Adesso la svolta. «Da consigliere regionale di opposizione, raccogliendo l’appello lanciato dall’associazione “I care” – ricorda l’assessore regionale all’agricoltura e al welfare, Gianluca Gallo – attraverso un’interrogazione alla giunta regionale del tempo riportai all’attenzione dell’opinione pubblica la sorte dei tre palazzi gentilizi, esortando la Regione e l’Aterp ad adoperarsi per una loro effettiva valorizzazione. In questi mesi, in collaborazione con l’amministrazione comunale cassanese e nel costante confronto con il commissario regionale dell’Aterp, Paolo Petrolo, ed il dirigente del settore Lavori Pubblici della Regione, Francesco Tarsia, abbiamo lavorato in tal senso ed ora la giunta regionale ha fatto la sua parte, consentendo di individuare le giuste risposte. Ringrazio la collega assessore alle infrastrutture Domenica Catalfamo ed il presidente Nino Spirlì per aver preso a cuore la questione ed individuato le soluzioni opportune».

Nello specifico, attraverso la delibera licenziata dall’esecutivo regionale, attraverso una rimodulazione di risorse disponibili, si sottopone al Ministero delle infrastrutture un elenco di opere da realizzare, tra le quali quelle relative ai palazzi Oriolo, Pontieri-Gallo e Toscano, destinatarie di investimenti per un ammontare complessivo superiore all’importo di 1.900.000 euro. Una volta ottenuto il placet del ministero, avverrà il materiale trasferimento delle somme in favore dell’Aterp che a sua volta, in veste di soggetto attuatore, provvederà ad avviare le procedure per l’affidamento dei lavori necessari.

Continua a leggere

Di tendenza