Trentenne accoltellato in pieno centro a Castrovillari

Il giovane pregiudicato era stato arrestato di recente per tentata rapina e sequestro di persona. 

 

CASTROVILLARI (CS) – Donatello D’Ambrosio trentenne di Castrovillari è stato accoltellato nel tardo pomeriggio di ieri. Alle 19.30, nei pressi del centro cittadino in una delle traverse di corso Garibaldi, è stato raggiunto da un mezzo con all’interno un gruppo di persone coperte da passamontagna. La confusione per i festeggiamenti in corso ieri sera nella città del Pollino per il campionato di calcio da cui il Castrovillari è uscito vittorioso, ha agevolato la fuga dei malviventi. Nonostante la vittima sia stata colta all’improvviso, percepito il pericolo, è riuscita a divincolarsi evitando di essere gravemente ferita. Tre i fendenti che hanno raggiunto il trentenne senza colpire nessun organo vitale.

 

Il giovane è stato subito trasferito presso il Pronto Soccorso del locale nosocomio per le cure del caso mentre i suoi aggressori sono riusciti a far perdere le proprie tracce. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Castrovillari guidati dal capitano Antonio Leotta che sta tentando di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti. Il trentenne, già gravato da precedenti penali legati alle sostanze stupefacenti, lo scorso 28 maggio era stato arrestato per tentata rapina e sequestro di persona. La vittima in questo caso era la madre che dopo essersi rifiutata di consegnare al figlio del denaro ha subito una rapina all’interno del suo negozio orchestrata dallo stesso congiunto. D’Ambrosio era stato infatti sorpreso in flagranza di reato dopo aver minacciato la madre con un bastone facendosi consegnare tutto il denaro in cassa e aver tenuto in ostaggio due ragazze al momento dei fatti all’interno dell’esercizio commerciale.