Come trovare i migliori conti correnti aziendali grazie ai comparatori

L’apertura di un conto corrente aziendale è obbligatorio nei casi di contabilità ordinaria e per le società di persone, le ditte individuali e le società di professionisti

 

Aprire un conto corrente aziendale è obbligatorio nei casi di contabilità ordinaria per tutte le società di capitali; per le società di persone, le ditte individuali e le società di professionisti con un fatturato che supera i 400.000 euro. Pur non essendo vincolati, si può comunque decidere di aprire un conto aziendale, con tutti i vantaggi che ne derivano.

Ecco in cosa consiste un c/c aziendale

I conti per aziende e PMI sono finalizzati a espletare le varie attività finanziarie delle imprese, dai pagamenti agli acquisti fino ai prestiti e ai mutui relativi alla propria realtà imprenditoriale. Un’azienda che dispone di dipendenti, deve avere un conto aziendale, che presenterà una serie di servizi quali un iban, la possibilità di bonificare denaro ai dipendenti e riscuotere incassi. Sono previste coperture assicurative e agevolazioni nei finanziamenti. Data la natura del c/c, le operazioni sono illimitate. Ci sarà una carta di credito, un POS e un conto deposito. Si potranno archiviare i documenti e pagare bollettini e tasse.

Il mercato di questi prodotti è, poi, diversificato in base alle realtà commerciali e lavorative: ci sono conti pensati per ditte individuali, per artigiani o commercianti ecc. La prima distinzione da fare è quella tra c/c tradizionale e c/c online. Quello classico richiede più impegno, si deve andare fisicamente in banca in determinati orari, inoltre i conti tradizionali tendono a essere meno economici. Il conto online è gestibile comodamente tramite internet, lo si può aprire in pochissimo tempo e, a fronte di costi più contenuti, dà gli stessi servizi di un c/c classico.

Per avere informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare portali specializzati che supportano l’utente nella scelta della soluzione più adatta alle proprie esigenze. In tal senso, Conticorrentiaziendali.it offre una panoramica dei migliori conti business grazie anche ad un’apposita sezione dedicata alla comparazione dei migliori prodotti.

Come si sceglie un c/c aziendale: l’utilità dei comparatori

Quando si deve scegliere un conto business, bisogna tener conto di fattori quali le scadenze, la gestione dei movimenti di denaro e le operazioni mensili, gli stipendi dei dipendenti, i costi di gestione, i tassi di interesse. I costi del conto possono essere fissi o variabili e il canone può essere mensile o annuale. Naturalmente, ci si rivolga a una banca affidabile. Si faccia caso se il c/c prevede un Fondo di Garanzia di tutela dei depositi (fino a 100.000 euro).

Gli elementi da considerare sono diversi, bisogna fare una valutazione della propria realtà aziendale nei suoi aspetti gestionali e finanziari e bisogna analizzare le varie offerte sul mercato, selezionando le migliori e individuando quella che più interessa. Tutto questo processo può essere molto alleggerito e velocizzato dalle risorse online: sui portali specializzati si possono trovare informazioni, guide, approfondimenti. Nell’area dedicata al comparatore di conti si avranno davanti tabelle riepilogative con le migliori offerte. Già questo è un vantaggio non da poco, poiché evita di effettuare una ricerca tra le offerte delle varie banche valutandole tutte e prendendo appunti su quelle di maggior convenienza e interesse.

Le caratteristiche del c/c vengono riportate in comodi schemi, in tal modo è possibile farsi presto un’idea. La cosa da notare subito è, naturalmente, di che tipo di conto si tratta: se è buono per più categorie, se è specifico, per esempio, per i professionisti, ecc. Si leggano poi, nella colonna delle caratteristiche, i dettagli relativi al canone, a prelievi e bonifici, se ci sono limiti di spesa, prelievo e ricarica, se è prevista la carta di credito. Si guardi il punteggio ottenuto da ogni c/c e se sono previste offerte. Quando si individua il prodotto che potrebbe essere di interesse, basta cliccare: si approderà direttamente sul sito della banca. Se si decide di aprire il conto, la procedura online richiede davvero poco tempo.