ASCOLTA RLB LIVE
Search

Prepagata con numeri in rilievo: ecco a cosa serve

Le carte prepagate sono molto utili per fare acquisti sul web e non solo.

 

Alcune di esse presentano dei numeri di identificazione, nella parte frontale, che sono stampigliati in rilievo e si possono sentire al tatto anche senza vederle. Ma l’unica utilità reale di tale caratteristica può essere ricondotta solo all’eventuale utilizzo da parte di persone non vedenti. In realtà, sono in tutto e per tutto delle semplici prepagate, come possiamo leggere anche in questo articolo realizzato da chescelta.it: Carta Prepagate Con Numeri In Rilievo.

Le carte prepagate di questo tipo vengono chiamate anche¬†embossed¬†e viene specificata questa peculiarit√† soprattutto in caso di comunicazioni ufficiali da parte della banca. Inoltre, tale caratteristica le rende¬†molto simili alle carte di credito¬†vere e proprie, che solitamente sono del circuito Visa o Mastercard. Una prepagata embossed, invece, pi√Ļ spesso fa parte di un circuito estero, anche se non √® raro trovarne appartenenti a quelli succitati, come la valida¬†N26.

Nonostante le evidenti analogie con le carte di credito, il fatto che i numeri siano in rilievo non consentirà di effettuare operazioni simili come il noleggio di una vettura, o qualsiasi altra transazione non sia, a priori, possibile con la prepagata. Prima di scegliere un qualsiasi tipo di carta, bisogna quindi valutare l’uso che si intende farne, al fine di trovarsi tra le mani quella davvero giusta. Nel caso di prepagate, piuttosto che soffermarsi sull’aspetto esteriore, sarà utile informarsi su altri tipi di caratteristiche, come i costi di mantenimento e il plafond.

Come prima cosa, accertatevi che tale carta abbia un codice IBAN, in modo da poterla utilizzare come se fosse un conto bancario virtuale e quindi possiate fare e ricevere bonifici. Ogni operazione potrebbe presentare dei costi fissi e la stessa carta avere un canone annuo da corrispondere perché si mantenga attiva. Una carta prepagata con IBAN consente anche di effettuare prelievi e di ricevere pagamenti.

Talune carte hanno un servizio online, anche corredato da app per cellulari, molto simile all’home banking, dal quale sarà possibile visualizzare il saldo, i movimenti e persino effettuare operazioni in totale autonomia. I bonifici per ricaricarle si possono fare in contanti a uno sportello bancario fisico o utilizzando servizi quali PayPal o Skrill: basta creare un account dedicato. Le tempistiche possono variare di qualche giorno a seconda della carta, ma solitamente non sono molto lunghe.

Il plafond rappresenta il limite massimo di prelievi, ricariche o pagamenti che la carta può supportare mensilmente o giornalmente e cambia a seconda delle tipologie. Se fate spesso acquisti su internet o la utilizzate per fare la spesa al supermercato, potrebbe essere una buona idea scegliere una prepagata che abbia dei plafond mensili discretamente elevati, che presenti o meno i numeri in rilievo.

Alcune carte di ultima generazione hanno¬†funzionalit√† innovative¬†quali la possibilit√† di prelevare o depositare contante proprio per mezzo delle¬†casse del supermercato: si tratta di opzioni forse ancora poco conosciute, ma che stanno sempre pi√Ļ prendendo piede, soprattutto da¬†giovani¬†o cattivi pagatori che non abbiano un conto in banca e quindi una vera e propria carta di credito.

Richiedere una prepagata è molto semplice e molto spesso si fa online. Il livello di sicurezza delle embossed è paragonabile a quello delle normali carte di credito, con sistemi antifrode altrettanto validi. Vi sono sempre, comunque, i numeri dedicati e le relative modalità per bloccarle in caso di attività sospette o movimenti non autorizzati dal proprietario.