ASCOLTA RLB LIVE
Search

Si interrompe la “maledizione” del Catanzaro: Rende battuto 3 a 1 in Coppa Italia d.t.s.

I giallorossi sbloccano dopo 45′ secondi, colpiscono due pali e subiscono il pari del Rende che si vede negato anche un clamoroso rigore. Nella ripresa doppia traversa del Catanzaro, occasioni da entrambe le parti ma si resta in parità. Nei tempi supplementari espulsione di Franco e reti di Fishnaller e Iuliano

.

CATANZARO – Sarà il Catanzaro ad affrontare allo stadio “Massimino” il Catania nel secondo turno di Coppa Italia di Serie C a eliminazione diretta. Giallorossi che al quinto tentativo sono riusciti a battere il solito grintoso Rende al termine di una vera e propria battaglia (alla fine si contano ben 12 ammoniti ed un espulso). I biancorossi, nonostante l’ampio turn over e tantissimi ragazzi in campo, si arrendono solo nei tempi supplementari quando ridotti in 10 per il doppio giallo a Franco, cedono ai goal di Fishnaller prima e di Iuliano proprio al 120′, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul risultato di 1 a 1 per le reti di Posocco in apertura di match e il pareggio si Laaribi su calcio di punizione. In mezzo decine di occasioni da una parte e dell’altra, due pali e due traverse colpite dal Catanzaro ma sopratutto due rigori, di cui uno clamoroso, non fischiati al Rende che saluta la competizione a testa alta.

Subito Posocco, due legni del Catanzaro e pari di Laaribi

Nemmeno un giro di lancette e il Catanzaro mette la gara in discesa con il vantaggio di Posocco. Il numero 10 giallorosso raccoglie la sfera al limte dell’area e di controbalzo lascia partire un diagonale basso che fa secco Borsellini. Al 3′ ancora giallorossi pericolosi con un esterno sinistro di Iuliano che esce fuori di poco. Al minito 8′ il Rende si divora il pareggio. La difesa del Catanzaro sbaglia la trappola del fuorigioco e Giannotti si invola presentandosi tutto solo dinanzi Elezaj. Il centrocampista prova a scartare il portiere di casa e finisce a terra reclamando il rigore. Tocco che sembra esserci, ma per il signor Nasti invece è simulazione e ammonisce il giocatore del Rende. Ma è un lampo perché è sempre il Catanzaro a menare le danze creando quattro clamorose occasione. Al 14′ Kanoute con un gran tiro dalla distanza sfora il palo alla sinistra del portiere Borsellini che al 17′ si salva respingendo con i piedi una punizione di Nicoletti. Al 18′ e al 20 è invece il palo a salvare i biancorossi sui tiri di Repossi e D’Ursi. Goal sbagliato, goal subito e al 26′ i biancorossi riagguantano il pari con con una punizione dal vertice di Laaribi che calcia sul primo palo sorprendendo un incerto Elezaj. Il pari galvanizza gli uomini di Modesto che alla mezzora si vedono negato un rigore solare per una clamorosa trattenuta su Crusco. Al 40′ si rivede in attacco il Catanzaro con un collo piede di D’Ursi fuori di poco. Ma è il Rende a divorarsi il raddoppio prima con un liscio clamoroso di Rossini a due metri dalla porta, ma sopratutto con un destro in area di Blaze, che approfitta di uno sciagurato retropassaggio di Iuliano, ma tu per tu con Elezaj ma spara incredibilmente in curva. L’ultima azione del primo tempo la firma il solito D’Ursi che da fuori chiama Borsellini alla grande parata in angolo.

Doppia traversa di D’Ursi, occasioni anche per il Rende ma si resta sull’1 a 1

La ripresa si apre con i rimi decisamente più lenti anche perché il terreno del Ceravolo inizia a risentire della pioggia che cade da inizio gara. E’ comunque il Catanzaro ad avere in mano il pallino del gioco anche se i giallorossi appaiono più confusionari rispetto al primo tempo. Al 60′ gran destro di controbalzo di Possocco alto di poco. Al 62′ Statella in area per la conclusione immediata di D’ursi appostato al centro dell’area. Tiro forte ma centrale che Borsellini fa suo accartocciandosi a terra. Passa un minuto e il Rende ha l’occasionissima del raddoppio con Crusco che riesce a intercettare sotto porta un assist basso di Viteritti ma spedisce incredibilmente sopra la traversa. Al 69′ altro rigore reclamato dal Rende per un presunto tocco di mani in area su conclusione a botta sicura di Vivacqua. Dall’altra parte è il Catanzaro a recriminare dopo due traverse colpite nel giro di un munito con lo scatenato D’Ursi che prima centro il legno direttamente su punizione, poi con un colpo di testa che scavalca Borsellini e si stampa sulla traversa. La replica del Rende al 74′ con il giovanissimo Boito che di esterno destro manda la palla a sfiorare la traversa. Cosa che fa dall’altra parte anche D’Urso, il migliore del Catanzaro, che manda alto di un nulla da ottima posizione. Finale stanco e falloso, che si trascina senza ulteriori sussulti al 90′ e poi agli inevitabili tempi supplementari.

Supplementari, espulso Franco e Fishnaller trova il 2 a 1. La chiude Iuliano

Il primo tempo supplementare si apre con l’espulsione di Franco che rimedia il doppio giallo dopo aver atterrato al limite dell’area Kanoute. Il Catanzaro allora prova ad approfittarne con il Rende che stringe le maglie della difesa. Al minuto 100′ Iuliano si libera di Cipolla e va alla conclusione respinta da Borsellini. Un minuto dopo Fishnaller controlla in area e conclude di destro da ottima posizione ma alza troppo la mira e spedisce il pallone alto. Ma l’ex attaccante dell’Alessandria si riscatta proprio in chiusura di primo tempo supplementare, trovando il 2 a 1 con un preciso rasoterra che non da scampo a Borsellini. Nel secondo tempo supplementare il Rende riesce a creare una buona azione con Vivacqua che conclude sull’esterno della rete. Ma i biancorossi non ne hanno e il Catanzaro chiude la gara con un destro a giro che va a morire nell’angolino alla sinistra di Borsellini proprio in chiusura.

——————————————–
Marcatori: 1′ Posocco, 26′ Laaribi, 105′ Fishnaller, 118′ Iuliano

RENDE (3-4-3): Borsellini, Maddaloni (29′ Rossini), Cipolla, Sanzone, Godano (58′ Viteritti), Di Giorno, Giannotti (46′ Vivacqua), Blaze, Laaribi (58′ Franco), Calvanese, Crusco (75′ Boito), Savelloni
Panchina: Savelloni, Palermo, Viteritti, Minelli, Vivacqua, Rossini, Germinio, Franco, Awua, Boito, Riccardi
Allenatore: Francesco Modesto

CATANZARO (3-4-3): Elezaj, Nikopoulos (52′ Celiento), Nicoletti, Iuliano, Figliomeni (52′ Riggio), Signorini, D’Ursi, Eklu (60′ Maita), Kanoute, Posocco (60′ Statella), Repossi (70′ Fishnaller)
Panchina: Mittica, Celiento, Riggio, Maita, Ciccone, Giannone, Fishnaller, Statella, Dew Risio, Favalli
Allenatore: Gaetano Auteri

Arbitro: Signor Franceso Cosso di Reggio Calabria

Assistenti: Signor Andrea Nasti di Napoli e signor Giuseppe Trischitta Messina

Ammoniti: Giannotti (R), Di Giorno (R), Eklu (C), Calvanese (R), Laaribi (R), Viteritti (R), Celiento (C), Signorini (C), Franco (R), Maita (C), Franco (R), Riggio (C); Statella (C)

Espulsi: Franco (R)

Angoli: 9-1

Recupero: 2′ pt – 4′ st

Note: Pomeriggio coperto a Catanzaro con pioggia caduta per tutta la gara e temperatura sui 21 gradi. Terreno del Ceravolo in buone condizioni appesantito poi dalla pioggia. Presenti poco più di un migliaio di spettatori e 4 tifosi del Rende sistemati in curva Est.




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config