Maltempo, dopo le mareggiate irrompe il freddo. Nevica sopra i 900 metri

Dopo la devastante giornata di ieri con le mareggiate che hanno colpito la fascia tirrenica, la Calabria in queste ore è investita da un’ondata di freddo artico che ha fatto precipitare le temperature. Nevica su Sila e Pollino sopra gli 800/900 metri di quota e spira un forte vento di grecale

.

Cosenza – Come preannunciato una nuova ondata di maltempo da questa notte sta colpendo tutta la regione, sopratutto il reggino e i versanti jonici con pioggia, vento e nevicate in montagna. La quota neve attualmente è sopra gli 800/900 metri ma in possibile ulteriore calo nel corso della giornata. Dalla tarda mattinata la neve sta cadendo in modo copioso su tutto l’altipiano silano e sul Pollino anche se al momento non si registrano problemi alla viabilità. Rispetto alla drammatica giornata di ieri, con il vento di ponente e le mareggiate che hanno devastato tutta la costa tirrenica del cosentino e del catanzarese, le temperature sono scese di diversi gradi e spira un forte vento di grecale. Il tempo rimarrà perturbato per tutta la giornata di oggi a causa di un vortice ciclonico che dopo essersi formato vicino la Sardegna, si è lentamente spostato sulla Sicilia apportando un deciso peggioramento su tutta la nostra regione.

Neve Camilgiatello 1

Nevica a Lorica e Camigliatello

E la protagonista indiscussa di questa pazza primavera è la neve che come detto cadrà sui rilievi di Pollino e Sila ma che potrebbe scendere anche a quote medie tra la sera e la notte (600/700 metri) mentre i venti, come detto, si sono disposti est nord/est. Un lento miglioramento è atteso da domani ma in un contesto di instabilità diffusa.