ASCOLTA RLB LIVE
Search

Coppa Italia, il Cosenza perde la testa e anche la gara. La Viterbese passa 3 a 1

Gara giocata su un terreno ai limiti della praticabilità che premia i laziali bravi e fortunati a sfruttare due clamorosi errori del portiere Zommers e la doppia superiorità numerica. Nel primo tempo vantaggio al 5′ su autorete di Pascali, raddoppio di Jefferson e rete di Bruccini. Nel finale De Sousa su rigore sigla il 3 a 1 finale. Pessimo l’arbitraggio del signor Proietti

.

VITERBO – Va alla Viterbese la gara di andata della semifinale di Coppa Italia Serie C. I laziali battono un Cosenza nervoso e ingenuo con un 3 a 1 che lascia comunque qualche speranza ai rossoblu per la gara di ritorno. Cosenza penalizzato dalla doppia espulsione di Mungo nel primo tempo e di Loviso nella ripresa, ma sopratutto da due clamorose topiche del portiere Zommers e dall’ingenuo fallo da rigore di Dermaku in zona cesarini, quando la gara ormai si avvivava a conclusione sul risultato di 2 a 1. Più che una partita di calcio, quella andata in scena allo stadio Rocchi è stata una vera e propria battaglia.

Complice un terreno di gioco impossibile ai limiti della praticabilità per la pioggia, i laziali passano in vantaggio al 5′ con un clamoroso liscio del portiere Zommers su retropassaggio su Pascali. Mungo manda a quel paese l’arbitro e si becca il rosso diretto. La Viterbese ne approfitta e trova il raddoppio con un colpo di testa del brasiliano Jefferson ma anche in questo caso c’è lo zampino del portiere lettone che dopo essersi superato su Calderini, giudica fuori il pallone che invece finisce in rete. Il Cosenza sul finire del primo tempo riesce prima ad accorciare le distanze con un sinistro chirurgico di Bruccini, poi sfiora anche il pari con Calamai che manda fuori a porta vuota. Nella ripresa si scatena il diluvio e il terreno del Rocchi diventa un pantano. Loviso entra duro su Sanè e finisce anche lui negli spogliatoi per il rosso diretto ritenuto eccessivo. C’è tutto il secondo tempo da giocare ma i rossoblu, complice anche il terreno intriso d’acqua, non corrono rischi. Ma a complicare tutto arriva l’ingenuità di Dermaku che stende in area Bismak. Dal dischetto De Sousa fa tris e indirizza la finale verso Viterbo complice anche il pessimo signor Proietti. 

 


                                                                  logo-Cosenza Calcio

                    Viterbese     –    Cosenza 3-1

                    Marcatori: 5′ Pascali (aut.), 33, Jefferson, 40 Bruccini, 90′ De sousa (r)

 

Viterbese Cosenza1

Foto Newtuscia

Primo tempo, il liscio di Zommers e il rosso a Mungo

La prima conclusione della gara è del Cosenza. Azione sulla sinistra di D’Orazio e pallone, che dopo un liscio di Tutino, finisce sui pedi di Baclet che gira subito verso la porta di Pini che si allunga e manda in angolo. Al 6′ improvviso arriva il vantaggio della Viterbese con un goal da Gialappas Band. Pascali serve il pallone indietro al portiere Zommers che, complice anche un rimbalzo assassino, liscia clamorosamente la sfera che lemme lemme finisce in porta tra la disperazione del portiere del Cosenza e l’incredulità dei tifosi di casa che quasi non riescono a credere del gentile omaggio concesso. Passano poco più di 5 minuti e il Cosenza rimane in 10. Mungo protesta per un fallo non fischiato, pronunciando forse qualche parola di troppo all’indirizzo del signor Proietti di Terni che per tutta risposta gli sventola il rosso diretto. Nonostante l’inferiorità numerica Tutino ha subito l’occasione del pareggio, ma l’attaccante napoletano, imbeccato alla perfezione da Baclet, si fa ipnotizzare da Pini che si salva. La partita è nervosissima e al 20′ Dermaku viene a contatti con Rinaldi che stramazza a terra. Per la Viterbese si tratta di un pugno non visto dalla terna arbitrale. Si accende un furioso parapiglia con le panchina in campo. A farne le spese è solo Corsi che viene ammonto.

 

Viterbese Cosenza2

Foto Newtuscia

Raddoppio di Jefferson, Bruccini accorcia con un gran sinistro

Al 25′ Viterbese Calderini in mezza rovesciata spara sotto la traversa un pallone messo in area da Cenciarelli, Zommers questa volta è miracoloso e vola a deviare. Alla mezzora ancora una conclusione velenosa dell’ex rossoblu che da ottima posizione manda fuori. Al 33′ la Viterbese trova il raddoppio con un colpo di testa di Jefferson su cross di Celiento. Il brasiliano in torsione manda il pallone a morire nell’angolo ma anche questa volta c’è la complicità del portiere Zommers che valuta fuori il pallone che invece si insacca in rete. Gara chiusa? Neanche per sogno, visto che al 40 i rossoblu la riaprono con una magia di Bruccini che con un preciso sinistro infila il pallone nel sette. Passano due minuti e Calamai ha sui piedi il pallone del pareggio, ma il centrocampista rossoblu manda fuori a porta vuota un pallone d’oro servitogli da Baclet. Il primo tempo si chiude con una parata di Zommers su punizione battuta da Sini.

Ripresa: Rosso a Loviso e tris della viterbese su rigore

La ripresa si apre sotto un vero e proprio diluvio con il terreno del Rocchi già in condizioni pessime, che si trasforma in una risaia. Il Cosenza prova ad arrivare al pareggio anche rischiando qualcosina in difesa. Al 51′ sventola di Calamai bloccata a terra da Pini. Al 56 la pioggia diventa gelata perché il Cosenza rimane in 9 uomini per il rosso diretto a Loviso punito per un duro intervento sul neo entrato Sanè. Zommers con un prodigioso intervento su Bismark tiene a galla i rossoblu che nonostante la doppia inferiorità numerica si riorganizzano riuscendo a tenere lontani i gialloblu dalla propria area di rigore, complice anche il terreno zuppo d’acqua che rende impossibile qualsiasi manovra di gioco. Ma a dare una mano ai padroni di casa ci pensa una sciocchezza di Dermaku a poco più di due minuti dalla fine. Il difensore del Cosenza prima liscia un pallone in area, poi combina la frittata aggrappandosi alla maglia di Bismark. Inevitabile il calcio di rigore che De Sousa trasforma spiazzando Zommers. La gara finisce qui, con il Cosenza chiamato all’impresa tra una settimana.

.

Viterbese Cosenza4

Foto Newtuscia

——————————————————————————————————-

VITERBESE CASTRENSE (4-3-3):  Pini, Cenciarelli, Celiento, Rinaldi, Vandeputte, Sini, Baldassin, Jefferson (45′ Bismark), Calderini (62′ De Souza), De Vito (48 Sanè), Benedetti
Panchina: Iannarilli, Micheli, Peverelli, Ngissah, De Souza, Mendez, Mbaye, Zenuni, Sanè, Di Paolantonio, Antanassov, Mosti, Bismark
Allenatore: Stefano Sottili Sottil

COSENZA CALCIO (3-5-2):  Zommers, Corsi, Mungo, Boniotti (29′ Calamai), Baclet (64′ Perez), Bruccini, Tutino (59′ Tutino), Loviso, Pascali, D’Orazio, Dermaku
Panchina: Saracco, Idda, Palmiero, Ramos, Perez, Pasqualoni, Okerke, Calami
Allenatore: Piero Braglia

Arbitro: Signor Matteo Proietti di Terni

Assistenti: Signor Giuseppe Perotti di Campobasso e signor Michele Pizzi di Termoli

Ammoniti: Corsi (C), Pascali (C), Palmiero (C), Bismark (V)

Espulsi: Mungo (C), Loviso (C)

Angoli: 1-2

Note: Giornata grigia con la pioggia caduta in modo incessante per tutta la mattina e in alcuni tratti della gara. Terreno del Rocchi in condizioni disastrose. Presenti poco più di 500 spettatori con una cinquantina di tifosi del Cosenza




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config