Cosenza, lo trovano in una pozza di sangue mentre si accoltella alla pancia. Salvato dalla polizia

Provvidenziale per l’uomo l’intervento degli uomini dell’ufficio operativo della Polizia di Stato. Volanti che sono intervenute ieri in un altro caso di tentato suicidio ed hanno effettuato controlli antidroga in alcune aree circostanti edifici scolastici traendo in arresto un 31enne di Cosenza 

.

COSENZA – Due tempestivi quanto provvidenziali salvataggi degli uomini dell’Ufficio di Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, Squadra Volante, che nella giornata di ieri ha effettuato diversi interventi in città sventando due tentati suicidi. Nel caso più grave il personale della Polizia di Stato è intervenuto a seguito di una segnalazione trovando un uomo in una pozza di sangue mentre con un coltellaccio si stava colpendo più volte l’addome. Senza indugi gli agenti immobilizzavano l’uomo disarmandolo. Immediato l’intervento dei soccorsi che trasportavano prontamente in ospedale l’uomo operato d’urgenza. Attualmente la persona si trova in prognosi riservata ma, nonostante la gravità delle ferite riportate, non sarebbe in pericolo di vita.

Polizia cinofile controlli

 

In manette un 31enne di Cosenza trovato in possesso di droga

Polizia cinofile controlli2Continuano serrati i controlli della Polizia di Stato nell’intera Provincia di Cosenza e predisposti dal Questore dr. Giancarlo Conticchio. Le verifiche hanno interessato in particolare alcune aree circostanti edifici scolastici e più in particolare, molti luoghi di aggregazione giovanile dove gli spacciatori operano in condizioni di apparente fattibilità, ma il personale della Polizia di Stato è da sempre impegnato in un capillare controllo del territorio finalizzato anche al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Personale della Squadra Volante di Cosenza collaborati da Unità Cinofile della Polizia di Stato di Vibo Valentia ha tratto in arresto B.F. di anni 31 di Cosenza, perché, a seguito di appostamenti, pedinamenti e perquisizione, gli veniva rinvenuta occultata della sostanza stupefacente.

 

Esercizio abusivo di vigilanza privata, due denunce

Le aree urbane ad alta densità giovanile vengono costantemente e distintamente monitorati con l’impiego di personale della Questura, dei Commissariati Distaccati, della Sezione Polizia Stradale di Cosenza e reparti dipendenti, del Reparto Prevenzione Crimine Settentrionale, di Unità Cinofile della Questura di Vibo Valentia. Vuole essere un controllo preventivo ma all’occorrenza anche repressivo che sta portando i suoi frutti e sempre finalizzato ad aumentare la sicurezza percepita nella popolazione. Armi, droga, reati predatori, violazioni al Codice della Strada e monitoraggio delle aree sensibili sono gli obiettivi prefissati. Durante i controlli, altre due persone sono state denunciate perché responsabili di vigilanza abusiva. I controlli in ambito provinciale della Polizia di Stato continueranno anche nei prossimi giorni, senza soluzione di continuità.

 

Polizia auto sera