ASCOLTA RLB LIVE
Search
_DSC9210

Il Rende si regala un altro sogno, Coppola asfalta nei minuti finali il Catanzaro

Spettacolare derby al “Marco Lorenzon” pieno di emozioni e colpi di scena. Vivacqua e Coppola spengono le velleità di un Catanzaro mai in partita. Tensione nel settore ospiti prima della gara

.

RENDE (CS) – Sudata, sofferta, ma meritatissima vittoria del Rende che batte il più quotato Catanzaro in una gara maschia e spettacolare decisa ad un amen dal 90. I ragazzi di Trocini hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo e con un uomo in meno per quasi tutta la ripresa, riescono a portarsi a casa tre punti importantissimi. Momenti di tensione nell’anti-stadio del settore ospiti prima del match quando i tifosi giunti dal capoluogo di regione hanno cercato di sfondare il cordone formato dalle forze dell’ordine per entrare allo stadio. Dopo qualche minuto è tutto ritornato alla calma ed all’interno non si è per fortuna verificato nulla.

Il tecnico biancorosso adotta alcune modifiche rispetto alla partita di Fondi, Boscaglia prende il posto in mezzo al campo di Rossini (prima panchina stagionale) ed avanti scelta forzata quella di Actis Goretta al posto dell’infortunato Ricciardo. Erra risponde con un 4-3-3 con davanti il tridente guidato dall’ex Cosenza Letizia, supportato da Puntoriere e Falcone. In difesa ritorna Di Nunzio dal primo minuto.

_DSC9014

La prima emozione della gara arriva al 6’quando Letizia si procura un punizione dal limite che Benedetti calcia centrale, la palla è facile preda di Forte. Punizione quasi in fotocopia al 15′ da parte del Rende con Laaribi che non crea problemi a Nordi. La partita si sblocca al 18′; Blaze se ne va sulla fascia destra e mette un pallone velenoso in mezzo, Di Nunzio dorme e Vivacqua è lestissimo ad infilare il portiere giallorosso. Il Catanzaro cerca subito di arrivare al pareggio ma Falcone, approfittando di un buco difensivo del Rende, non ha la mira giusta. Il Rende gioca sulle ali dell’entusiasmo e mette in grossa difficoltà gli ospiti soprattutto con le folate offensive degli esterni Viteritti e Blaze, quest’ultimo uno dei migliori in campo. Catanzaro vicino al pareggio sugli sgoccioli del primo tempo, il tiro di Zanini non è irresistibile ma Forte respinge corto e male Falcone colpisce male e manda fuori ma per fortuna del Rende l’esterno è in offside.

_DSC9205La ripresa inizia con lo stesso copione della prima frazione, cioè con il Rende nella metà campo avversaria. Al secondo minuto Vivacqua approfitta di un errore della difesa catanzarese e calcia a botta sicura ma la palla esce fuori di poco. Stessa situazione pochi minuti dopo, Blaze imperversa a destra e serve un assist perfetto per l’attaccante cosentino ma il suo cucchiaio supera l’estremo difensore giallorosso ma si spegne sul fondo. Il Catanzaro sembra alle corde ed i padroni ma invece al 63′ arriva la prima svolta della gara; Infantino e Porcaro si scontrano su una palla vagante e cadono a terra, l’arbitro su segnalazione dell’assistente espelle il difensore del Rende per un presunto colpo proibito. Sugli sviluppi della punizione Puntoriere con un tiro dalla distanza impegna Forte. Trocini con l’uomo in meno corre ai ripari inserendo Marchio al posto di Actis Goretta ma serve a poco perché il Catanzaro perviene al pareggio. Sanzone commette fallo in area su Puntoriere, il direttore di gara non ha dubbi ed assegna il penalty tra le proteste di Pambianchi e soci. Infantino dal dischetto e freddo spiazzando Forte sotto il settore ospite.

_DSC9060

I giallorossi credono nella rimonta e ci vanno molto vicini se non fosse per la prontezza di riflessi di Forte che si supera su un colpo di testa ravvicinato dello scatenato Infantino. Anche Kanis ci prova ma il suo pallonetto finisce a lato. Proprio quando il pareggio sembra ormai cosa fatta, da un calcio d’angolo di Laaribi, Coppola appena entrato svetta più in alto di tutti e manda la palla alle spalle di Nordi facendo esplodere lo stadio. Inutili per gli ospiti i minuti finali, il derby va al Rende.

Le interviste

Stati d’animo diversi in sala stampa con Brunello Trocini che, dietro il suo impagabile self control, nasconde tutta la sua felicità per un derby meritatamente vinto. “Abbiamo fatto un ottima gara, forse una delle migliori della stagione e siamo contenti di aver portato a casa i tre punti. Non era facile stasera – aggiunge – perché il Catanzaro è un ottima squadra ma abbiamo tenuto il pallino del gioco sempre in mano ed alla fine penso che il risultato sia giusto.” Volto teso e poca voglia di sorridere per Alessandro Erra che evidenzia la sua insoddisfazione. “Dopo il vantaggio del Rende abbiamo tirato troppo i remi in barca, peccato perché avevamo iniziato con il piglio giusto e la gara si era messa sul giusto binario. Perdere così – conclude – fa male”. 

 

La fotogallery

_DSC9212_DSC9203_DSC9195_DSC9173_DSC9144_DSC9158_DSC9162_DSC9143_DSC9111_DSC9137_DSC9093_DSC9085_DSC9060_DSC9029_DSC9008_DSC9048_DSC9054_DSC9018