ASCOLTA RLB LIVE
Search
archivio-digitale

L’Unical crea l’archivio digitale di tutti i documenti dell’Azienda ospedaliera di Cosenza

Il 19 settembre alle 11 la conferenza di presentazione presso la sala stampa dell’Unical.

 

RENDE (CS) – I documenti dell’Azienda ospedaliera di Cosenza finalmente tutti disponibili in formato digitale grazie all’accordo di collaborazione tra Unical e l’Ao. Un lavoro imponente, iniziato nel novembre 2015, in virtù di un accordo stipulato tra Azienda Ospedaliera di Cosenza e Laboratorio di Documentazione dell’Università della Calabria, che si assunse l’onere di costruire il sistema di conservazione dei documenti digitali dell’Azienda. Le regole tecniche che ne disponevano l’obbligatorietà per tutte le Pubbliche Amministrazioni erano – all’epoca – vigenti da pochi mesi. Anche oggi, a distanza di due anni, la percentuale di amministrazioni che hanno realizzato un sistema a norma non arriva al 30% nel Paese con punte ancora più basse nella nostra regione. Con l’obbligatorietà della redazione in digitale di molte tipologie documentali, dai contratti alle fatture, il pericolo di dispersione degli originali è altissimo e fortemente sottovalutato.

Oggi, a distanza di meno di due anni, il sistema di Conservazione dei Documenti digitali dell’Azienda di Cosenza, realizzato con la collaborazione di Telecom Italia, è pienamente operativo e funzionante e rappresenta l’unico caso nel panorama sanitario della regione. I risultati del progetto saranno presentati alla stampa martedì 19 settembre, alle ore 11 nella sala stampa dell’Unical (presso l’Aula Magna), dal rettore dell’Unical, Gino Mirocle Crisci, da Achille Gentile, DG AO Cosenza; da Roberto Guarasci, responsabile Labdoc Unical; da Giancarlo Carci, responsabile Conservazione digitale AO Cosenza e da Giovanbattista Viotti, per Telecom Italia.