ASCOLTA RLB LIVE
Search
Cosenza Pride

Cosenza pronta ad accogliere il suo primo Gay Pride (GUARDA IL VIDEO DEL PERCORSO)

La parata della comunità Lgbtqi si terrà il prossimo primo luglio. Ecco il programma di tutti gli eventi.

 

COSENZA – Si terrà domani, giovedì 29 giugno, la conferenza stampa conclusiva del P.R.I.D.E.C.S., alle 11.00 presso la Sala Nova del Palazzo Della Provincia di Cosenza. Durante l’incontro sarà illustrato il percorso del Pride di sabato primo luglio. Per la prima volta, l’Onda Pride travolgerà Cosenza d’amore e d’orgoglio con il primo pride della storia della provincia. Sarà una festa di pace e fierezza. Si scenderà in strada per l’uguaglianza, contro ogni forma di razzismo, discriminazione, violenza e ingiustizia sociale. Il corteo si radunerà intorno alle 16.30 in piazza Loreto, attraverserà tutto il centro per arrivare in piazza Amendola, luogo storico e assai simbolico per la comunità Lgbtqi, scelto come punto d’arrivo perché in qualche modo punto di partenza di tutto: dove prima ci si incontrava nascosti dal buio e dalla paura stavolta si arriverà alla luce del sole. E tutti insieme: con amici, mamme, fratelli, compagni, vicini di casa, nipoti.

 

La giornata di festa si concluderà al Rialzo, alle 23.00 nell’area delle ex officine ferroviarie tra Viale Parco e via Popilia, dove si ballerà tutta la notte con “Alluparty. Perdi il pelo, ma non il vizio” con la musica dei migliori dj di Cosenza. Prima di sabato però altri eventi infiammeranno la Prideweek. Giovedì alle 15.00 presso il Chiostro di San Domenico, in programma il convegno “Transgender – i passi del cambiamento” e discussione del libro “Trasformare le pratiche nelle organizzazioni di lavoro e pensiero” di Paolo Valerio. Venerdì 30 giugno, alle 10.30 presso la Sala mussale della Biblioteca Nazionale di Cosenza, il convegno a tema “Legge sul contrasto all’omotransfobia: il diritto ad una esistenza dignitosa per le persone Lgbtqi. Quando la società è pronta e lo Stato no”. Ultimo appuntamento della Prideweek venerdì 30 giugno, alle 20.00, chiusura della collettiva “Ululati d’arte”. Durante la serata si terrà un’asta di beneficenza delle opere offerte dagli artisti con banditrice la giornalista Carla Monteforte, ed il ricavato sarà interamente devoluto alla parata del primo luglio. Si concluderà con un djset “Queer as folk” a cura di Fio Marino e Maura Monteforte.

 

IL PERCORSO DEL PRIDE CS

 

percorso_2_web_hi

Ululati d’arte
Da Venerdì 23 a venerdì 30 giugno

Vintage Zone
via Adige 16, Cosenza
Ingresso gratuito.
La mostra sarà aperta tutti i giorni (Domenica esclusa) a partire dalle 19.00 fino a giorno 30 giugno.

Quando l’Arte sposa la Causa è sempre un matrimonio egualitario e per questo favoloso: Ululati d’arte, mostra curata, voluta e accudita dal comitato P.R.I.D.E.C.S insieme a T-Queef by T-Squirt. Perché il Lupo ha voglia di raccontare storielle rumorose. Dal 23 al 30 giugno le pareti del Vintage Zone faranno bella mostra di Illustrazioni, foto, e installazioni di artisti provenienti da molti mondi ma uniti da un solo simbolo: la causa LGBTQI letta in chiave queer, erotica e se volete molto Frocia. Opere create appositamente per il Cosenza Pride. Proporremmo visioni variegate e celebrative, animalesche e molto umane, l’unica cosa che vi chiediamo è godere di questi ululati orgogliosi. Venerdi 23 giugno dalle ore 19.00: apertura della collettiva che si terrà all’interno dei locali del Vintage, aperitivo all’esterno più dj-set a cura di Agovino e Nandino, chiacchere e favolosità. Venerdì 30 giugno: chiusura della collettiva, asta di beneficenza con una banditrice d’eccezione il cui ricavato sarà interamente devoluto alla parata del primo luglio. Aperitivo, “Queer as folk” djset by Fiomarino&Lady Stardust, più saluti e gli arrivederci al giorno dopo.

Artisti Coinvolti :
AdeY, Alessandro Donato, Alex Escarabajal Garcia Rondal, Aloha streetart, Bregma, Daniele Morganti, Diego Mazzei, Emilio Pilliu, Etan Vescera, Avres Design, Giovanni Dionisi, Hajime Yamamoto, Hélio Beltrânio Photographer, Lorenzo Ciardello, Martina Parretta, Massimiliano Sacco, Mr. Animal, Paolo Maccari
Rino Lionetto, RurruMipanochia, Stefano Cipollari, Stefano Kerberos,Vasco Brighi Illustration (Saranno esposte anche le opere selezionate dei partecipanti al Ululati Contest)

 

ECCO LE SCHEDE TECNICHE DELLE OPERE

Scheda tecnica opere :
Dimensioni stampe : 32×45 cm
Carta Usomano 300 gr

Adey
AdeY is a photographer and choreographer based out of Sweden. AdeY’s work captures those little moments of social oppression, humor, isolation, anxiety and depression. His images depict imbalances evident in contemporary society today by directly addressing issues of gender, normative behavior and how society forces us to choose one direction or path.

Alessandro Lissandrho , dall’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro, lega razionalità e irrazionalità, anima e coscienza, anatomia esistenzialista

Alex Escarabajal Garcia Rondal
nato a Roma, ha frequentato l’istituto d’arte. Non gli piace raccontarsi, preferisce che siano i suoi lavori a parlare per lui.

Alohao3
Dal 1997 Aloha Oe costruisce la sua identità artistica miscelando il linguaggio pittorico di formazione accademica all’esperienza sociale e urbana della città.
L’azione su strada dell’artista prende forma in occasione del Pride di Roma del 2010, quando decide di scendere per le vie della città attacchinando poster dai contenuti fortemente sociali e tecnicamente audaci.
Aloha Oe da quel momento si impegna a tingere la Street art con i colori e le icone che celebrano e sostengono quelle che dalla società sono considerate minoranze.
I suoi contenuti prendono forma grazie ad un atto d’insurrezione visiva che da vita alle opere disseminate nel circuito metropolitano, le quali danno la possibilità al cittadino qualunque di abolire e scardinare i canoni imposti dagli attuali costumi considerati dall’artista tutto fuorché attuali.
Il pennello di Aloha Oe propone una percezione originale ed eclettica del mondo, attraverso ritratti ispirati a percorsi identitari non omologati ed eccentrici rispetto ai modelli estetici preconfezionati.
La sua arte è sfrontata, scorretta e iconoclasta e mescola un vivido immaginario omoerotico a bizzarre suggestioni camp e queer, con lo scopo di produrre uno shock estetico sul passante distratto e di catapultarlo all’interno di un mondo psichedelico, popolato di creature appariscenti e stravaganti.
Con il clamore dei suoi poster, Aloha Oe ha finora colonizzato i muri di Roma, Milano, Firenze, Napoli, Bologna e Londra, sta pianificando altre incursioni artistiche in grandi metropoli europee.
Ha all’attivo diverse collaborazioni artistiche, è presente con opere permanenti in molti dei centri sociali e autogestiti della città di Roma, nel 2014 il festival di Streetart Memorie Urbane gli ha dedicato una mostra personale e un muro nella città di Latina, ha collaborato inoltre con diverse associazioni no-profit per la sensibilizzazione sulle malattie sessualmente trasmissibili, i diritti delle donne e per sostenere la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Bregma
Angelo De Luca in arte “Bregma”, illustratore di Roma

Daniele Morganti

Diego Mazzei
Diego Mazzei, fotografo cosentino classe 1975, dal 2003 si accosta alla fotografia in modo più attento iniziando un percorso sperimentale .La tecnica usata nel periodo analogico è prevalentemente il foto-collage, scomponendo e ricomponendo scenari urbani e domestici, con i primi lavori prova a creare una percezione multipla, sintesi di una vera e propria visione del mondo. La gestione attenta e complessa di tagli e superfici, in sinergia con lo scatto canonico, genera un uso dello spazio teso a stimolare lo stupore attraverso l’intrinseco concetto dell’immagine, libero da un vero e proprio messaggio tematico.L’espressività non si manifesta quindi semplicemente attraverso la foto, ma in tutto ciò che ad essa eventualmente si accompagna: dai materiali alle relazioni che intercorrono tra il segno ed il mezzo.Con l’avvento del digitale, il lavoro d’indagine, continua utilizzando la fotografia come pretesto per approfondire le conseguenze da esso generate.Ha collaborato con la galleria Il Graffio per diversi anni, attualmente è uno dei soci fondatori della galleria L’Impronta culture fotografiche di Cosenza. Diverse le immagini realizzate da Diego Mazzei pubblicate in numerosi cataloghi

Emilio Pilliu
Exemi – Emilio Pilliu, giovane artista sardo. Dice di lui : “I miei primi maestri furono i disegnatori di Topolino, uno su tutti Giorgio Cavazzano, negli anni ’90 ho scoperto però il design di Street Fighter e dei videogiochi Capcom, e in seguito i manga; e da lì la folgorazione. I miei studi sono frutti di esercizio da autodidatta e di una continua ricerca di un tratto che fosse sintetico, di impatto e che mi rappresentasse in modo inconfondibile.”

Etan Vescera
Sono Etan Vescera, nato nel 1984 a Monza, cittadina della grigioverde Brianza.
Disegno da quando ho memoria e ho memoria proprio perché disegno.
Dopo aver studiato Grafica Pubblicitaria ed in seguito Design di Moda, ho capito che la cosa che mi stava più a cuore erano le immagini.
Ora cerco di diventare un illustratore a tutti gli effetti sperando di poter coinvolgere nel mio mondo a tinte pastello, tutte le persone che, come me, non riescono e non vogliono crescere.

Flaviano Serva/Avres Design
il titolo è “Mark loves chains of love” (Acquerello)

La mia bio:
Avres: romano, 44 anni, creativo per lavoro e anche per passione.
Esploro l’universo queer in tutte le sue sfumature attraverso il disegno, cercando di catturare e poi comunicare la bellezza della diversità.

Giovanni LTTLSLR Dionisi
Nato a Napoli nel 1986, studia per diventareun pilota ma finisce a disegnare. Illustratore freelance dopo diverse esperienze nell’editoria di moda come stylist. In silenzio alimenta la sua passione per i tatuaggi fino ad intraprendere il percorso di apprendistato per arrivare al lavoro da sempre desiderato: portare le proprie illustrazioni su corpo.

Hajime Yamamoto
L’artista filippino, vive da molti anni in Giappone. Diventato famoso per i suoi fiori “pubici”, alla domanda cosa lo ha ispirato a usare i fiori? Risponde così : In Giappone, crediamo che dobbiamo connetterci con la natura. Rappresenta anche il lato femminile dell’uomo.

Hélio Beltrânio
Brasiliano del nordest del Brasile, diplomato in Moda, oggi fotografo. Per alcuni visual artist, per altri artista di scena, per lui niente di tutto questo. In processo proferisce… Non ama le definizioni, ma ce n’è una di un suo amico che ama molto: “Vedere il visto per scoprire il non visto, tracce di una visione cosciente e libera, che da fruizione a possibilità di foto che non sono foto ma momenti di piaceri multipli”

Lorenzo Ciardello
in arte “Lorenzo Ci” è un artista partenopeo, nato nel capoluogo campano nel 1992.
Ha compiuto gli studi artistici presso il Liceo Artistico di Napoli conseguendo il diploma di maturità in Beni Culturali. Dopo la maturità continua a studiare ed ampliare le sue tecniche artistiche presso l’Accademia di Belle arti sempre a Napoli.
Nel 2015 si laurea alla triennale di Scenografia, dove durante il suo percorso accademico ha scoperto di avere altre passioni come la fotografia e l’illustrazione.
Oggi l’artista si definisce “Poliedrico”, riesce a combinare le sue passione in un unico lavoro.

Martina Parretta Stefano pullano

Massimiliano Sacco
Titolo opera THIRSTY PACK
Massimiliano Sacco, nato a Gioia del Colle si è spostato a Bologna per frequentare l’accademia e diventare un disegnatore abbandonando la vita da reietto e aprendosi al mondo. Fallimento dopo l’altro, molla tutto e, sempre a Bologna, inizia a lavorare dove capita e a disegnare quello che capita. Un po’ allo sbaraglio ma ancora in vita.

Mr Animal
nasce a Bari nell’anno in cui le ragazze volevano solo divertirsi. Comincia a camminare a ritmo dei Duran Duran e i primi suoni che vengon fuori dalla sua bocca non hanno alcun senso, proprio come tutti i versi dei bambini del pianeta.
La storia non è cambiata molto: i suoni restano incomprensibili. Tuttavia, ogni sera, una volta strisciato nella sua tana, prende in mano i colori e cerca di raccontare storie.
Le idee nascono con la complicità di notti altissime e giorni fermi, prendono forma bevendo fumanti caffè, birra belga e rosafanti, su banconi deliranti tra discorsi esuberanti.
Una volta decisa viene fuori quell’immagine, appagandolo come uno starnuto non trattenuto.
Mr. Animal è un istinto senza etica ma adorabile.

Paolo Maccari
Cinquantenne maremmano a Roma, architetto nel 2012 crea gli “Sgargamolli” disegni digitali con colori netti ed irreali poi nel 2014 ritrova il gusto delle sfumature e il profumo degli acquerelli per fissare su carta i suoi selfie ammiccanti ed irriverenti. Figlio della cultura POP degli anni settanta e ottanta, esegue figure e ritratti che sembrano nascere dall’acqua mista alla terra realizzando volti dalle caratteristiche espressioni che rappresentano, comunque, discutibilità e relativita scomodità sociale, acquisendo da questa, carattere e specificità.

Opera “ Lune” :

I 4 lupi: ognuno rappresenta un gruppo dell’ acronimo LGBT osservano nuvole di oscurantismo sulle lune rainbow. Questo sarebbe il significato del disegno.

Rino Lionetto
E’ un illustratore palermitano che adesso vive e lavora a Milano.
Terminati gli studi all’Accademia di Belle Arti di Palermo si è trovato spesso a vagabondare per il mondo per cui la sua vita al momento è stata piena di cambiamenti, ma l’illustrazione rimane tra le sue principali attività fisse che intraprese da quando avevo quattro anni circa e continua tutt’oggi.
Ha sempre cercato di unire dolcezza e amarezza della vita nei contenuti dei suoi lavori, adora il contrasto, ama questa accoppiata che insieme lo rappresentano anche quando non racconto nulla di se stesso; il risultato finale in fin dei conti è sempre la rappresentazione della superficialità, della pochezza e delle banalità che il mondo purtroppo ci dona e della quale Rino si sente immerso totalmente, fa parte del suo universo creativo, spesso e volentieri in salsa pop e non solo.
Ora collabora, tra gli altri, con VICE Italia e Vice Schweiz, e alcuni suoi artwork sono a dir poco clamorosi, ricordiamo tra tutti “Sei ragazzi raccontano le loro peggiori esperienza con il sesso” .
Il suo stile colorato, post, a tratti trash e come dice proprio Rino, “zuccherino”, ti ipnotizza, così come le sue Gif animate.

Rurru MiPanochia
E’ una giovane artista messicana nata il 1989 a Città del Messico dove vive e crea le sue opere. Ha studiato Arti Visive presso la Facoltà di Design e Arti, UNAM, laureandosi nel 2012.
Nel 2015-2016 rientra nel programma FONCA, (Fondo Nacional para la Cultura y las Artes), nella categoria giovani grafici creativi .
Negli anni successivi i suoi lavori verranno esposti in Messico, America Latina, Europa e U.S.A. e pubblicati su riviste nazionali ed internazionali tra i quali Chilango, Yorokobu, Kaltblut, POUSTA, La Città Loves You.

Stefano Cipollari
Nasce a Roma e si diploma al liceo artistico.Successivamente lavora nel restauro, grazie al quale ha la possibilità di viaggiare e quindi venire a contatto con diverse realtà artistiche del nostro paese, e nell’ambito della decorazione cinematografica e televisiva. Attività quest’ultima che fa ancora parte della sua vita quotidiana.Ed è grazie all’incontro con diversi artisti, che ritrova nuovi input e stimoli per la pittura. La sua passione per la tecnica dell’olio lo porta così a sviluppare ritratti sotto una luce intimistica e quotidiana. L’amore per la figura ed il corpo tendono a descrivere la persona per quello che è realmente, cercando di portare alla luce la realtà della sua natura.
Stefano Kerberos Aka Queerillia, è nato a Iglesias in Sardegna un martedì del 1986 ed è un illustratore autodidatta e web designer. Si avvicina al mondo Queer nel 2008 e, dopo cinque intensi anni di attivismo LGBTQ isolano, decide di trasferirsi a Roma per coltivare la sua passione. Le sue più grandi fonti di ispirazione sono il mondo della cultura pop, i videogiochi, la mitologia, l’occultismo e i giochi di ruolo.
Vasco Brighi Titolo opera “GOD SAVE THE QUEER” Vasco Brighi(1986) is a painter, illustrator and graphic designer, graduated at the Fine Arts Academy of Rome in March 2010.
He was always interested in arts and culture, and since his childhood he tested every kind of different drawing and painting techniques, passing by graphite and ink, acrylic and oil paintings, and later on the digital media and design.
Currently working as graphic and illustrator designer and art director on the multi-tasking project “Grundfrequenz” (grundfrequenz.tumblr.com), a Berlin based collective of creative musicians and freelancers, involved on the coordination of public events, for instance music performances and art exhibitions.