ASCOLTA RLB LIVE
Search

Rifiuti, 200 quintali abbandonati da altri comuni a Mandatoriccio: cittĂ  costretta a pagare 30mila euro

Il sindaco di Mandatoriccio Angelo Donnici, denuncia l’emergenza rifiuti: “I miei concittadini pagano l’inciviltĂ  altrui, intervengano le Forze dell’ordine”.

 

MANDATORICCIO (CS) – “I mandatoriccesi non possono piĂą pagare per l’inciviltĂ  di quanti, da tutto il territorio circostante, continuano a trasportare ed a depositare abusivamente e selvaggiamente quintali e quintali di rifiuti indifferenziati nelle isole ecologiche site nella zona marina del nostro comune e che in ogni caso resteranno attive ed aperte ancora per poco.” A denunciare una vera e propria emergenza divenuta ormai intollerabile da tutti i punti vista è il Sindaco Angelo Donnici cogliendo l’occasione per precisare che nella sola giornata dello scorso mercoledì 3 maggio, per il recupero di oltre 200 quintali di rifiuti indifferenziati portati da altri comuni e lasciati incivilmente a Mandatoriccio, il Comune è stato costretto a pagare circa 30 mila euro.

angelo donnici sindaco mandatoriccio“Siamo di fronte – dichiara il primo cittadino – ad un vero e proprio sconcio di natura ambientale, che attenta alla salute ed alle tasche di miei concittadini. Poi Donnici si rivolge direttamente alle forze dell’ordine affinchĂ© – dice – intensifichino i controlli a tappeto e, come si auguriamo, l’individuazione e la repressione di questi barbari. Allo stesso si rivolge pubblicamente anche alle amministrazioni comunali di tutti i centri vicini da Cariati a Crosia e della Sila Greca dai quali, così come documentato dalle diverse contestazioni giĂ  elevate a numerosi trasgressori, provengono notevoli quantitĂ  di sacchetti di spazzatura trasportata impunemente a Mandatoriccio Mare. Così come abbiamo giĂ  comunicato – continua il Sindaco – in base al nuovo capitolato d’appalto per la raccolta dei rifiuti, saranno presto smantellate le isole ecologiche esistenti alla Marina dove sarĂ  esteso il servizio di raccolta differenziata porta a porta spinto che giĂ  funziona e con risultati ragguardevoli nel resto del territorio comunale.

SarĂ  inoltre implementato il servizio di video sorveglianza diffusa. Purtroppo – va avanti – questi scarichi abusivi di indifferenziata che non ci appartiene, lasciata nelle isole ecologiche destinate a ricevere soltanto i quantitativi di differenziata selezionata dai residenti vanificano gli sforzi della nostra comunitĂ , inquinano il territorio e ci danneggiano anche dal punto di vista del calcolo effettivo della differenziata ai fini delle previste agevolazioni regionali. Per queste ragioni – conclude Donnici – chiedo ai miei concittadini di segnalare e denunciare in ogni modo ulteriori violazioni le cui conseguenze vengono pagate soprattutto dai contribuenti residenti.”