Tarsia, atto vandalico non rovina la Festa del 25 Aprile e del cimitero dei Migranti (FOTO e VIDEO) - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

In Evidenza

Tarsia, atto vandalico non rovina la Festa del 25 Aprile e del cimitero dei Migranti (FOTO e VIDEO)

Avatar

Pubblicato

il

L’atto vandalico compiuto da ignoti, che hanno danneggiato i lucchetti del museo di Ferramonti e danneggiato l’ex campo di concentramento, non ha rovinato la cerimonia per festeggiare il 25 Aprile, e per presentare il cimitero internazionale dei migranti.

 

TARSIA (CS) – Un atto vile, ignobile, quello compiuto da persone non identificate che hanno danneggiato la notte scorsa il portone d’ingresso dell’ex campo di concentramento di Ferramonti di Tarsia, e rotto i lucchetti del luogo che ospita il Museo della Memoria. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Tarsia 25 aprile 07

L’anniversario del 25 aprile, festa nazionale della Repubblica Italiana in ricordo del 25 aprile 1945 è stato caratterizzato da una celebrazione alla presenza del sindaco, del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, di Franco Corbelli, leader di Diritti Civili e di altre autorità.

Tarsia 25 aprile 013

Tarsia 25 aprile 09

Tarsia 25 aprile 014

Tarsia 25 aprile 011

Tarsia 25 aprile 05

Tarsia 25 aprile 08

 

GUARDA IL VIDEO 

“Ferramonti è un luogo simbolo, è espressione di una pagina drammatica della vita del nostro Paese – ha dichiarato il presidente della Regione, Mario Oliverio – ma anche espressione di accoglienza della Calabria, una terra che ha contribuito a lenire le sofferenze di uomini e donne che hanno subito la violenza del regime nazista e fascista. Questo cimitero tarsia oliverio25 aprile qui, assume un significato importante e non è un caso che qui nasca il cimitero dei migranti. Si realizza in questo luogo perché qui sono immortalati valori importanti, pagine drammatiche e che non possono essere dimenticate. Viviamo una fase segnata dall’esodo di milioni di uomini, donne e bambini che dal sud del mondo, spinti dalla violenza, dalle guerre, dalla fame, da regimi dittatoriali e violenti, abbandonano le loro famiglie, le loro case, le loro realtà per fare traversate dolorose, drammatiche e anche luttuose. Qui trovano una regione accogliente, anche per gli aspetti più drammatici e luttuosi. Ed è proprio qui che si realizza un’importante opera che consentirà a genitori, parenti e amici di ritrovare i loro congiunti”.

 

Tarsia 25 aprile 015

“Questa è una giornata particolare e storica – ha dichiarato Franco Corbellli, ideatore del progetto del cimitero internazionale dei migranti – questa grande opera umanitaria, del cimitero internazionale dei migranti, per dare dignità alle persone che perdono la vita nei tragici naufragi. Oggi consegniamo alla storia un opera in questo giorno, a testimonianza di questa straordinaria e piccola comunità. Oggi da Tarsia parte un messaggio per il mondo intero di speranza e umanità”.

verso il cimitero dei migranti

“Abbiamo inteso quest’opera come un’integrazione tra le culture di chi muore nel mare e la cultura locale, e per questo non abbiamo separato le due zone, ma le abbiamo intrecciate, ognuna nel rispetto della loro religiosità” – ha detto Donato D’Anzi, coprogettista del cimitero dei migranti. Per Jamal Ezzine, della comunità islamica di Cosenza, “ogni essere umano cerca e vuole una vita dignitosa, e adesso, almeno, potra’ avere una morte dignitosa chi non ha potuto raggiungere il suo sogno”. “Adesso ci saranno anche molti meno problemi per spedire le salme nei Paesi d’origine – ha detto Jamal Ezzine – e noi siamo grati per questo”.

Nel corso della manifestazione è stata anche inaugurata un’opera scultorea del Maestro Giovanni Cataldi.

Tarsia 25 aprile 010

 

Il Cimitero internazionale dei Migranti, sorgerà sulla collina di fronte al lago di Tarsia e al vecchio cimitero.

Tarsia 25 aprile 04

progetto cimitero migranti

 

 

 

In Evidenza

Criptovalute: conviene puntare su Ripple? Le previsioni degli esperti

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Creata con l’obiettivo di migliorare la tecnologia di Bitcoin, Ripple è oggi la criptovaluta più controversa del momento, soprattutto in merito alla diatriba legale con la SEC, l’Autorità di vigilanza per i mercati finanziari degli Stati Uniti (altro…)

Continua a leggere

Area Urbana

Senza memoria

Omaggio dell’Associazione Nazionale Alpini al monumento dedicato a Dino Paolo Nigro, il giovane Caporalmaggiore degli Alpini che ha perso in Kosovo nel 2001.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MONTALTO UFFUGO – In questa puntata del Diario vi raccontiamo il saluto dell’Associazione Nazionale Alpini al monumento dedicato a Dino Paolo Nigro,  il giovane Caporalmaggiore degli Alpini che ha perso la vita durante un’esercitazione nei cieli del Kosovo nel 2001. Davanti alla stele in marmo, posta all’interno della villa comunale che porta tra l’altro proprio il nome del militare, il gruppo Ana di Cosenza ha formalmente chiesto all’Amministrazione a guida Caracciolo maggiore cura e attenzione per un posto ad altro valore simbolico:<<Siamo dalla parte della famiglia – ha sottolineato il segretario Sandro Frattalemi – per questo chiediamo la messa in sicurezza del monumento>>.

Solo qualche settimana fa, la lapide commemorativa era stata presa di mira da vandali che avevano agito indisturbati, complice la totale assenza di sistemi di telesorveglianza. La villa comunale del centro storico non è però il solo luogo a necessitare di manutenzione: nel report video vi mostriamo le immagini che documentano lo stato di trascuratezza di quella di Taverna, nella zona valliva, frequentata in larga misura da giovani e soprattutto dove le famiglie portano a giocare i bambini.

Continua a leggere

In Evidenza

Escursioni: ecco le mountain bike più gettonate del momento

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Una delle attività più interessanti che negli ultimi anni ha saputo calamitare l’attenzione delle persone è l’escursione in bici (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza