Contrabbando di gasolio dal Nord Europa, base logistica anche in Calabria: 7 arresti

La Guardia di finanza ha scoperto un vasto traffico di gasolio dal Nord Europa in tutta Italia. Le fiamme gialle hanno eseguito 7 arresti e denunciato 133 persone in otto regioni italiane

 

UDINE – Trasportavano il gasolio di contrabbando, di notte; viaggi dal Nord Europa in varie regioni italiane, e nei nei documenti di accompagnamento veniva indicato come olio lubrificante. Il Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Udine ha scoperto un traffico di oltre 38 milioni di litri scoperto. L’inchiesta ha portato al sequestro di beni per 5,1 milioni euro e alla denuncia di 133 persone, di cui 7 arrestate durante le indagini. Ricostruita una frode, all’Iva e alle accise, da 37 milioni di euro.

Una banda, attiva in tutta Italia e con fiancheggiatori reclutati in diversi Paesi europei, aveva la direzione in Svizzera e basi logistiche tra Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia, Lazio, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. Al termine delle indagini, il gip ha disposto il sequestro preventivo di somme e beni fino alla somma di 19,5 milioni di euro, pari all’accisa e all’Iva evase. I beni sequestrati sono 23 conti correnti, 17 depositi titoli e polizze assicurative, quote societari, 60 automezzi e 182 tra terreni e fabbricati, compresi alcuni immobili di pregio nel ragusano.