‘Campus della Sicurezza Stradale’ ricorda le tre giovani morte sulla SS 18 a San Lucido

Si terrà a San Lucido il giorno 29 aprile il Campus della Sicurezza Stradale, ad un anno dalla tragica e prematura scomparsa a causa di un incidente che ha viste coinvolte le tre ragazze.

SAN LUCIDO (CS) – L’evento, primo nel suo genere al sud Italia, organizzato dalle associazioni forSICS – Sicurezza Stradale e i Nostri Angeli Familiari e Vittime della Strada, e fortemente voluto dalle famiglie delle giovani, sarà ospitato dal comune di San Lucido che metterà a disposizione degli ampi spazi pubblici dove verranno svolte le varie attività che avranno fini educativi e di sensibilizzazione della popolazione.
In particolare,sicurezza-stradale (1) il Campus prevedrà l’installazione di una serie di mini-padiglioni che saranno a disposizione di tutti coloro, pubblici o privati, che si occupano di sicurezza stradale sotto vari profili e con diversi bagagli di competenze, i quali esporranno argomenti relativi all’educazione stradale e proporranno attività pratiche.

Collaboreranno alla realizzazione dell’evento le associazioni del territorio insieme al Dipartimento di Ingegneria Civile dell’UNICAL il quale ha già confermato la propria adesione. Numerosi altri enti di livello locale e nazionale, hanno manifestato il loro interesse e sono in fase di sottoscrizione dell’accordo di sponsorship. La manifestazione si rivolgerà all’intero territorio della provincia di Cosenza e alle aree limitrofe, e offrirà attività e

sicurezza-stradalecontenuti tenendo conto di fasce d’età diversificate: la mattina, infatti, gli spazi saranno riservati agli studenti delle quinte classi degli istituti superiori della provincia di Cosenza, mentre il pomeriggio saranno aperti al pubblico con tavoli di discussione tenuti da esperti del settore e attività ludiche ed educative per i bambini.

Il Campus della Sicurezza Stradale è stato pensato per essere uno spazio dinamico e attivo attraverso cui confrontarsi e istituire nuovi spazi di riflessione, affinchè il ricordo di Ida, Filomena e Sara rappresenti un omaggio alle loro famiglie e a una comunità devastata dal dolore della loro perdita. Allo stesso tempo, che funga da monito e inviti alla prudenza e al rispetto sì del Codice della Strada, ma, soprattutto, della propria vita.Oggi pomeriggio Antonio Cioni di forSICS – Sicurezza Stradale, ai microfoni di Rlb con Valentina Scrivano, ha presentato l’iniziativa.