Sanità, Ospedale di Paola: con Oliverio gestione peggiore degli ultimi 15 anni

E’ quanto dichiarato dal sindaco Basilio Ferrari, che preannuncia un consiglio comunale ad hoc con Scura.

PAOLA (CS) – “Sanità, con la gestione Oliverio l’Ospedale di Paola ha toccato uno dei punti più bassi degli ultimi 15 anni. Ostacoleremo con tutti i mezzi quella che è una vera e propria strategia di spoliazione messa in atto ai danni del nosocomio cittadino e che non si arresta neanche di fronte all’azione giudiziaria.” È quanto dichiara il Sindaco Basilio Ferrari che alla luce della mancata produzione di documentazione da parte dell’ASP, così come ordinato dal TAR, annuncia per le prossime settimane la convocazione di un consiglio comunale ad hoc aperto alla partecipazione del Commissario Scura.

“La situazione – si legge in una nota – era e rimane questa: l’attuazione del Decreto Scura che prevede la realizzazione a Paola del polo chirurgico ed il conseguente spostamento dei reparti da Cetraro alla struttura sanitaria della Città di San Francesco, non trova ancora concretizzazione per via di un disegno evidentemente messo in atto dal Presidente Oliverio tramite il Direttore Generale dell’ASP. La Città di Paola ed il territorio sono costretti ad assistere non solo ad una strategia di spoliazione, ma, quel che è peggio, all’indebolimento dell’esistente: le risorse umane vengono infatti mortificate anziché essere valorizzate. È il caso di alcuni reparti, come quello di ortopedia, un tempo fiore all’occhiello del presidio, letteralmente lasciati allo sbando. Non vengono banditi concorsi per i medici; non viene effettuata nessuna contrattazione a tempo determinato per sostituire quelli che sono andati in pensione.

Il problema, quindi, non è la sola non realizzazione del polo chirurgico, ma i diversi tentativi che, di fatto, indeboliscono l’offerta sanitaria dell’ospedale, rendendo vani ed azzerando anni e anni di risultati. Non lasceremo spazio, da questo punto di vista, alla gestione Oliverio e all’amministrazione dell’ASP. Siamo fiduciosi nell’azione giudiziaria intrapresa. Ci rincuora il fatto che il TAR abbia rinnovato l’ordine di esibizione della documentazione nei confronti dell’ASP, confermando che l’azione era centrata. L’ASP ha l’obbligo di adeguarsi a quello che è il decreto di riorganizzazione della rete ospedaliera regionale realizzato dal Commissario Scura: i reparti di chirurgia devono essere spostati a Paola così come è previsto dal documento.”