Sequestrato capannone abusivo: privo di permesso a costruire e utilizzato come ricovero illegale di animali

La struttura era priva delle autorizzazioni previste dalla normativa e fungeva da ricovero di animali ovi-caprini. Denunciato 44enne di Rossano

PALUDI (CS) – Una struttura edilizia di mq. 500 circa realizzata senza alcun titolo abilitativo privo di permesso a costruire, utilizzata per attività di ricovero di animali ovi-caprini. Questa la scoperta da parte del personale del Comando Stazione Forestale di Rossano, che ha posto l’area sotto sequestro in località “Gesinali” nel Comune di Paludi.

 

Oltre alla struttura in sequestro adibita ad attività riconnesse alla zootecnia per il ricovero di animali ovi-caprini, è stato posto sotto sequestro in via preventiva anche tutto il materiale e le attrezzature in uso.

Per la tipologia dei lavori eseguiti, la struttura metallica realizzata per la quale la statica è assicurata in tutto da elementi in ferro, necessitava del deposito di progetto e autorizzazione statica da acquisire presso gli Uffici ex genio Civile.

Denunciato all’Autorità Giudiziaria un quarantaquattrenne di Rossano per il reato continuato di cui al testo unico sull’edilizia. L’attività posta in essere, rientra nella sfera di intensificazione dei controlli a tutela dell’ambiente e del territorio disposti dal Procuratore Capo della Repubblica di Castrovillari Eugeneo Facciolla.

Inoltre nella giornata di ieri in località “Celadi” di Rossano è stata ritrovata una inferriata rubata da un terreno della zona ad un agricoltore che ne aveva fatto denuncia nei giorni scorsi. Sono stati deferiti all’autorità giudiziaria due uomini di Rossano per il reato di furto e minaccia.