Stanotte si torna all’ora solare. Meno “luce” per tutti, ma un’ora di sonno in più

Alle 3.00 di questa notte lancette indietro di un’ora per il ritorno all’ora naturale. Perderemo 60 minuti di luce, ma dormiremo un’ora in più. L ‘ora legale tornerà il 26 marzo del prossimo anno

 

COSENZA – Cambio di orario questa notte per il ritorno all’ora solare. Dunque, lancette indietro di 60 minuti in Italia e in molte altre nazioni del mondo occidentale, per il passaggio dall’ora legale a quella solare che in pratica coincide con l’inizio della stagione fredda. Il cambio dell’ora avverrà alle 3.00 di questa notte, con le lancette che saranno spostate indietro alle 2.00: questa volta dormiremo un’ora in più, pagando però il dazio di vivere giornate più corte con 60 minuti in meno di luce. Per il ritorno all’ora legale, bisognerà aspettare la prossima primavera (esattamente l’ultima domenica di marzo 2017).

Con un totale di 195 paesi in tutto il mondo, solo 76 stati porteranno indietro le lancette. L’ora legale fu introdotta soprattutto con l’obiettivo del risparmio energetico fornendo un’ora di luce in più al giorno per sette mesi e posticipando l’accensione della luce artificiale. Ora legale che in Italia fu introdotta per la prima volta nel 1916, con il decreto legislativo 631 del 25 maggio: poi fu abolita e ripristinata diverse volte e adottata definitivamente con una legge del 1965, applicata a partire dall’anno seguente. Nei primi anni Ottanta si decise di estenderne la durata, portandola da 4 a 6 mesi. Nel 1996 è stato introdotto un ulteriore prolungamento di un mese, concordato a livello europeo: l’ora solare è stata quindi ritardata all’ultima domenica di ottobre.

ora-solare-sveglia

Ora solare: effetti collaterali e consigli

La buona notizia del ritorno all’ora naturale? Si dormirà un’ora in più. Quella cattiva? Le giornate si stanno già accorciando, le ore di luce sono sempre di meno e domenica ne perderemo un’altra. Il cambio d’ora incide negativamente sul sonno di molti italiani e risulta più “pesante” dell’ora legale. Quasi uno su due (il 48%), secondo un’indagine commissionata da Philips e condotta dalla società Strive Insight, lamenta degli effetti collaterali e difficoltà di adattamento. Molti studi hanno dimostrato che l’ora solare in alcuni soggetti può portare ad una forma di depressione legata alla stagione. Meno luce riceviamo, più siamo irritabili, stanchi e affaticati. Il cambio dell’ora è invece molto più tollerato dalle persone che amano svegliarsi presto la mattina. Effetti collaterali dell’ora solare, che possono sentirsi maggiormente nei primi giorni dall’introduzione, possono essere difficoltà a concentrarsi, sonnolenza, tendenza a distrarsi e spossatezza. Fastidi che sarebbero comunque di breve durata e lievi. Gli esperti consigliano di adattarsi velocemente al nuovo orario e all’alternanza tra luce e buio.

stanchezza