Catanzaro-Cosenza, ordine della prefettura: “Al Ceravolo tifosi rossoblu solo con autobus organizzati”

La comunicazione arrivata al club di Via degli Stadi nella tarda serata di ieri, dopo una riunione effettuata in Prefettura nel capoluogo. Nessuna navetta a disposizione dei tifosi rossoblu che potranno raggiungere il Ceravolo solo a bordo di autobus organizzati  

 

COSENZA – Chi vorrà seguire il Cosenza in trasferta a Catanzaro domenica per la prima di campionato, lo potrà fare solo a bordo di autobus organizzati che saranno scortati dalla polizia fino in “Curva Mammì” (il settore ospiti dello Stadio Nicola Ceravolo). La comunicazione è arrivata alla Società Cosenza Calcio dal Prefetto di Catanzaro Dott.ssa Luisa Latella che, in relazione all’incontro di calcio di domenica 28 agosto tra Catanzaro e Cosenza in programma alle ore 16:30 allo stadio Ceravolo, ha disposto l’osservanza della seguente prescrizione: “l’accesso allo stadio dei sostenitori del Cosenza solo se già possessori di biglietto nonché a bordo di autobus organizzati“.

In una nota rilasciata poco fa sul sito ufficiale del Cosenza Calcio si legge, inoltre, che “al fine di agevolare l’ottemperanza della disposizione prefettizia, la società si è prodigata per ottenere informazioni a riguardo le eventuali iniziative intraprese per facilitare l’accesso dei sostenitori del Cosenza allo Stadio mediante, ad esempio, un servizio di trasporto navetta, ricevendo al momento risposta negativa. La Società Cosenza Calcio, sulla base di quanto disposto, continuerà a prodigarsi alla ricerca di soluzioni idonee a garantire l’accesso in sicurezza all’impianto sportivo, anche nel corso della riunione del Gos in programma per domani mattina alla quale prenderà parte attraverso i propri delegati”.

CZ_Cos07

L’associazione Cosenza nel Cuore: “decisione assurda e illogica, adiremo le vie legali”

L’associazione Cosenza nel Cuore con un durissimo comunicato ha voluto esprimere tutto il proprio dissenso per una decisione definita illogica e arbitraria. L’associazione sta anche valutando l’ipotesi di annullare gli autobus in partenza per Catanzaro domenica: “Preso atto della piratesca, illogica e illegittima ordinanza, l’associazione Cosenza nel Cuore sta valutando la possibilità di adire le vie legali e di far presente questo scempio al Ministero dell’Interno. Ci si chiede come mai lo Stadio Ceravolo risulti agibile non essendo a norma riguardo la video sorveglianza. La libera circolazione dei tifosi è limitata già dalla Tessera del tifoso e la motivazione specifica come vale per le autovetture ancor di più dovrebbe valere per gli autobus, visto che sono “bersagli” ancora più evidenti. L’illogica decisione di favorire solo i pullman è assolutamente arbitraria e, pertanto, si sta valutando l’ipotesi di non partire più per Catanzaro. In tal modo la coraggiosa Prefetta può dormire sonni tranquilli, pur sapendo che da qui a breve dovrà assumersi le proprie responsabilità”

 

Cosenza nel Cuore