Coronavirus, vaccino “efficace” testato sull’uomo in Cina: potrebbe salvare migliaia di vite

La Cina sta iniziando a testare un vaccino “efficace” contro il nuovo coronavirus nell’uomo, ha detto il ministero della Difesa a Pechino mercoledì. È sviluppato sotto la direzione dell’epidemiologo Chen Wei

 

CINA – Il vaccino è stato approvato dopo i test iniziali. Ora può essere testato sull’uomo. Il ministero della Difesa lo descrive come “sicuro ed efficace” e ha dichiarato che sono in corso i preparativi per la produzione di massa, riferisce l’agenzia di stampa spagnola Europa Press. A febbraio, le autorità cinesi hanno dichiarato di ritenere di poter testare un vaccino entro aprile sugli esseri umani. Diversi paesi stanno lavorando a un vaccino. Tuttavia, questo potrebbe essere disponibile solo tra qualche mese per i pazienti. Molti scienziati, istituzioni accademiche e aziende sperano di essere i primi a trovare un farmaco efficace. Nella sola Cina, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, sono in fase di sviluppo almeno nove possibili vaccini.

La prima dose al mondo di un nuovo vaccino contro il coronavirus è stata iniettata sul braccio sinistro dell’ inventore e accademico cinese Chen Wei, alla guida del team medico militare cinese che sta combattendo contro il terribile COVID-19. Se tutto sarà confermato potrebbe essere il primo decisivo passo che salverà migliaia di vite, debellando il virus mortale. La sconvolgente notizia è pubblicata sul noto giornale on line del Regno Unito, express.co.uk e riportato sul profilo Twitter di  Qingqing Chen, giornalista del Global Times News.

Chen Wei è un epidemiologo di fama mondiale e un maggiore generale dell’esercito popolare cinese di liberazione. Era in prima linea nella lotta contro Ebola e SARS e da metà gennaio è stato di stanza all’epicentro dell’epidemia di coronavirus a Wuhan. Lo scorso martedì 3 marzo si è iniettato un vaccino che non è stato nemmeno testato sugli animali, nel tentativo evidente di dimostrare quanto bene la Cina sta combattendo il coronavirus. Chen e il suo gruppo di ricerca hanno lavorato per oltre un mese presso il Wuhan Institute of Virology, un laboratorio con la più alta classificazione di biosicurezza.