Ryanair bagaglio a mano

Ryanair condannata: “il bagaglio a mano non si deve pagare”

La sentenza arriva dalla Spagna. Un tribunale di Madrid ha condannato la compagnia low cost per aver fatto pagare un supplemento per il trasporto di un trolley

.

La compagnia aerea irlandese dovrà restituire 20 euro, oltre agli interessi ad una signora che ha intentato e vinto la causa. Questo quanto stabilito dal tribunale civile di Madrid che ha accolto il ricorso della passeggera che, non avendo acquistato la tariffa priority, si è vista chiedere da Ryanayr un supplemento per poter portare a bordo una valigia di piccole dimensioni. Secondo la compagnia irlandese, infatti, oltre a zaini o borse per il PC (40cm x 20cm x 25cm) di piccole dimensioni, per portare a bordo il bagaglio a mano fino al 10 Kg bisogna acquistare il biglietto ‘priority’ con costi che partono da 6 euro a passeggero, mentre le altre compagnie lo fanno imbarcare gratuitamente.  Nella stessa sentenza il tribunale di Madrid obbliga, inoltre, Ryanair a ritirare la clausola con l’obbligo del pagamento di una tariffa aggiuntiva per il bagaglio a mano perché, si legge nella sentenza, “limita i diritti riconosciuti per legge ai passeggeri“.

In Italia, invece, il bagaglio a mano a pagamento imposto prima da Ryanair e poi da Wizz Air, secondo il Tar del Lazio è lecito ed ha annullato le maxi multe dell’Antitrust alle due compagnie low cost.

La nota di Ryanair

In riferimento all’articolo uscito ieri sulla sentenza della Corte di Madrid vi preghiamo di notare che si tratta di un caso isolato che coinvolge un solo passeggero, con una sentenza emessa da un piccolo tribunale di Madrid (non dalla Corte suprema spagnola o dalla CGUE) che non stabilisce alcun precedente e non ha alcun effetto sulla validità della policy di Ryanair. Segue lo statement ufficiale di Ryanair sulla questione: Questa sentenza non influirà sulla validità della policy bagagli di Ryanair. È un caso isolato che ha citato in modo inesatto la Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE) e interpretato erroneamente la libertà commerciale delle compagnie aeree di determinare le dimensioni del loro bagaglio a mano. Nota dell’editore: Il TAR del Lazio ha recentemente deliberato contro l’Autorità garante della concorrenza italiana e ha riscontrato che la politica di Ryanair è trasparente e pienamente conforme alle leggi al diritto della CGUE e dell’UE”