ASCOLTA RLB LIVE
Search

Omicidio giornalista slovacco, scarcerato l’imprenditore calabrese e i suoi parenti

Si sospetta che i sette siano tornati in libertà grazie alla protezione del premier slovacco Robert Fico, cui assistente è socia ed ex fidanzata di Nino Vadalà

di Tony Papaleo*

BRATISLAVA – E’ stato scarcerato nella notte Antonino “Nino” Vadalà, l’imprenditore italiano a cui il giornalista Ján Kuciak aveva dedicato il suo ultimo articolo per indicarlo come uno spregiudicato uomo d’affari in odore di ‘ndrangheta. La notizia ha colto di sorpresa i tantissimi slovacchi che si erano illusi che l’arresto di Vadalà coincidesse con la soluzione del caso dell’omicidio del giovane giornalista e della sua fidanzata, ma non gli osservatori più attenti. Come vi avevamo già raccontato, e come ci confermano ora fonti ben informate interne alla Procura, la rivelazione del nome di Vadalà ha portato all’accellerazione di una differente inchiesta, già in corso, inficiandone però la conclusione. La polizia, insomma, sarebbe già stata sulle sue tracce per altri motivi, ma diventando Vadalà l’umo più famoso del paese sarebbe stata costretta ad agire in anticipo perdendo, probabilmente, l’occasione per raccogliere indizi sufficienti. L’inconclusività dell’azione delle forze dell’ordine lascia però l’amaro in bocca alle migliaia di cittadini comuni che ieri hanno manifestato in tutte le principali città della Slovacchia per onorare la memoria di Jan e Martina. Il sospetto della piazza è che non sia stata la mancanza di indizi a restituire, per ora, la libertà ai sette arrestati, ma piuttosto la protezione del primo ministro Robert Fico, la cui assistente, Mária TroÅ¡ková, una ex miss universo che nelle ultime ore ha rassegnato le proprie dimissioni, è socia ed ex fidanzata di Nino Vadalà. Che sia vero o meno la strada che porta alla verità sull’omicidio di Jan e Martina è ancora lunga.

* Antonio Aldo Papaleo è un giornalista investigativo slovacco e ceco originario di Cosenza già Segretario dell’Associazione Europea dei Giornalisti in Repubblica Ceca

LEGGI ANCHE

 

 Omicidio Kuciak: le armi della ‘ndrangheta vengono dalla Cecoslovacchia?

 

Giornalista slovacco ucciso, in manette l’imprenditore calabrese. Il suo business e la cocaina

 

Omicidio giornalista slovacco: spunta il nome di un imprenditore ‘made in Calabria’