ASCOLTA RLB LIVE
Search

Procuratore della Virginia vuole vietare per legge il sesso orale

RICHMOND (Virginia, USA) – Per chi non lo sapesse il sesso orale è illegale in diversi stati negli USA e in Virginia è illegale far sesso con la luce accesa.

Proprio in Virginia dunque, il sesso orale con il/la proprio partner potrebbe diventare illegale e dunque punito dalla legge. Un’imposizione alquanto bizzarra che arriva dal procuratore generale Ken Cuccinelli, che ha dichiarato che il suo unico intento nell’imporre un simile divieto è quello di prevenire gli abusi sui minori. Già da diversi mesi si era sentito di questa sua crociata contro le pratiche di fellatio e cunnilingus, ma ora siamo agli sgoccioli, e il suo decreto potrebbe ben presto trasformarsi in legge. In effetti, la Virginia è da sempre uno degli stati più conservatori. Secondo alcuni, per prevenire episodi simili basterebbe una maggiore campagna di controllo o iniziative correlate. Nonostante ciò, Cuccinelli è determinato nella sua battaglia, ed ha in programma di rendere illegale persino il sesso anale. Il repubblicano, dopo questa mossa, potrebbe perdere parte del consenso raccolto fino ad oggi, in vista delle prossime elezioni per le quali è già candidato come governatore. Cuccinelli, 45 anni, è candidato a governatore della Virginia per il Partito Repubblicano. In Virginia, infatti, sono vietati il sesso orale e il sesso anale. Ma non in pubblico, come nel resto del mondo, sono vietati punto e basta. Per dire, nel 2005 un uomo che ha avuto rapporti orali con due ragazze consenzienti è stato condannato a vent’anni di carcere, poi ridotti.