Le fiamme distruggono la casa dell’ex sindaco, il giorno dopo le elezioni

ISOLA CAPO RIZZUTO – Carolina Girasole, ‘sindaco coraggio’, continua a pagare.

Paladina della legalità in una terra martoriata dalla collusione tra ‘ndrangheta, imprenditoria e politica il sindaco uscente è stata vittima di un ennesimo atto intimidatorio. Ignoti hanno incendiato, durante la notte, un fabbricato di proprietà dei familiari dell’ex primo cittadino di Isola Capo Rizzuto. L’immobile, che si trova in località Capo Rizzuto, in una zona marina, ospita alcuni appartamenti occupati dal suocero, da un cognato e dalla famiglia della stessa Girasole. Le fiamme sono state appiccate al pianterreno, che funge da residenza estiva del suocero. Sul posto i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri. Carolina Girasole ha amministrato il comune del grosso centro del crotonese a capo di una coalizione di centro-sinistra. In occasione delle ultime elezioni politiche era stata candidata alla Camera da Scelta Civica, il movimento di Mario Monti. In occasione delle amministrative di domenica e lunedi’ scorsi si è riproposta alla guida del Comune con una lista autonoma, ma a vincere la tornata elettorale è stata la coalizione guidata dal PDL. L’immobile incendiato è utilizzato per le vacanze estive e dunque in questo periodo era ancora disabitato. Il fuoco, in particolare, ha interessato due appartamenti contigui al piano terra dell’immobile, intestati rispettivamente al suocero e ad un cognato della Girasole che, invece, è proprietaria con il marito di un appartamento al primo piano della stessa palazzina. L’incendio è divampato contemporaneamente nei due appartamenti per cui, pur non avendo trovato taniche, i vigili del fuoco intervenuti per domare le fiamme propendono per la natura dolosa. Il rogo ha completamente distrutto i due appartamenti e danneggiato anche quelli del piano superiore, dichiarati inagibili. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Crotone diretti dal capitano Antonio Mancini che hanno avviato le indagini. Proprio davanti a quella palazzina nel centro di Capo Rizzuto nel luglio 2010 venne data alle fiamme l’autovettura Ford Focus dell’allora sindaco Girasole.