ASCOLTA RLB LIVE
Search

La marijuana nascosta tra scarpe e salsa di pomodoro

ISOLA CAPO RIZZUTO – Nascondigli infallibili, fino a ieri.

Scatole per le scarpe e bottiglie di conserva trasformati in una vera e propria cassaforte. Due etti e dieci involucri in cellophane di circa sei grammi di peso sono stati ritrovati dai carabinieri della stazione locale di Isola Capo Rizzuto in un magazziono di proprietà di Roberto Macrilò, 39enne isolano disoccuppato già noto alle cronache per reati legati al traffico di sostanze stupefacenti. A seguito  di una perquisizione domiciliare eseguità ai danni del Macrilò le forze dell’ordine avrebbero rinvenuto la sostanza stupefacente occultata tra le scatole di scarpe, conservate in una scarpiera e all’interno di alcune bottiglie della passata di pomodoro insieme ad un bilancino di precisione elettronico. Residui della medesima sostanza sono stati altresì rinvenuti nel bagno, all’interno del water, lasciando supporre che Macrillò si sia disfatto o quantomeno abbia cercato di disfarsi dello stupefacente in suo possesso. Espletate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, Macrillò è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.