Falso in atto pubblico, sindaco alla sbarra - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Falso in atto pubblico, sindaco alla sbarra

Avatar

Pubblicato

il

SOVERIA SIMERI – Accusati di contraffarre documenti per accaparrarsi fondi pubblici.

Il giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro ha rinviato a giudizio Luigi Talotta e Amedeo Mario Mormile, nelle rispettive qualita’ di tecnico e sindaco del Comune di Soveria Simeri in provincia di Catanzaro, con le accuse di falso del pubblico ufficiale in atto pubblico, per presunte manomissioni di documenti relativi ad un’area interessata da un intervento edilizio, a una delibera di Giunta che doveva essere acquisita dalla Polizia giudiziaria, e ad un atto indirizzato alla Regione Calabria attestante il presunto falso avvio nei tempi prescritti di lavori per un progetto finanziato con bando pubblico. Il giudice, Maria Rosaria Di Girolamo, ha mandato gli imputati al processo, che avra’ inizio il 18 aprile, dove saranno difesi dagli avvocati Nicola Loiero, per Mormile, e Antonio Torchia, per Talotta, mentre l’avvocato Alessio Spadafora rappresentera’ alcuni imprenditori interessati all’appalto finanziato con bando pubblico che sarebbero stati danneggiati e che si sono costituiti parte civile. Quest’ultimo capo d’imputazione, in particolare, fa riferimento alla nota del Comune di Soveria Simeri del 15-11-2006, indirizzata al Dipartimento Politiche dell’ambiente della Regione Calabria, con la quale gli imputati avrebbero falsamente confermato “l’avvenuto avvio nei tempi prescritti dalla convenzione stipulata con la Regione delle attivita’ previste dal progetto finanziato come da Bando Pubblico (del 14 marzo 2006) con il quale si decretava la possibilita’ di assegnare dei contributi ai Comuni da attingersi al Por Calabria Asse I. In particolare – si legge ancora nel capo d’imputazione – mentre la convenzione prescriveva come le attivita’ previste dovessero essere avviate entro e non oltre 30 giorni dalla data di sottoscrizione della convenzione medesima, avvenuta il 27-10-2006 (pena la revoca del finanziamento)”, Talotta e Mormile avrebbero attestato “falsamente l’avvenuto espletamento della procedura di affido in favore della societa’ partecipata Ambiente & Servizi, mentre alla data del 15-11-2006 la societa’ suddetta non aveva in realta’ ancora ricevuto alcun incarico o contratto di affidamento del servizio”.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza