Anziano sequestrato, liberate le due rumene - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Anziano sequestrato, liberate le due rumene

Avatar

Pubblicato

il

CATANZARO – Le due donne rumene, arrestate lunedi’ assieme ad un connazionale, con le accuse di sequestro di persona a scopo di estorsione e lesioni ai

danni di un anziano, B. M., di 67 anni sono state scarcerate. A deciderlo è stato il giudice per le indagini preliminari di Catanzaro, Tiziana Macri’, a seguito dell’udienza di convalida dei tre arresti, disponendo la scarcerazione delle donne, Elisabeta Micu, 45 anni, ed Elena Marti, 32, e la misura della custodia cautelare in carcere solo per l’uomo, Gheorghe Micu, 46 anni, marito di Elisabeta. Il pubblico ministero, Carlo Villani, aveva sollecitato il carcere per tutti, ma il giudice ha accolto la richiesta solo per il 46enne (difeso da Gregorio Viscomi), precisando comunque che le dichiarazioni della parte offesa andranno piu’ approfonditamente verificate, mentre per le due donne, moglie e nipote di Gheorghe Micu, sono state accolte le richieste dei difensori, gli avvocati Nicola Tavano e Alessio Spadafora. I tre indagati sono stati arrestati perche’, secondo le accuse, avrebbero rinchiuso B. M., che aveva dato a Gheorghe Micu un lavoro come pastore, nella sua roulotte in viale Europa, a Catanzaro, trattenendolo tutta la notte e picchiandolo, per costringerlo a corrispondere al 46enne il pagamento di alcune mensilita’ in anticipo, nonche’ di dare lavoro alla moglie di quest’ultimo. 

Quando sul luogo e’ giunto un amico del 67enne, poi, i sequestratori sarebbero stati costretti a lasciarlo andare, e lui avrebbe raccontato tutto alla Polizia, che ha proceduto agli arresti dei sospettati trovati nei pressi della roulotte, mentre l’anziano e’ stato soccorso all’ospedale dove gli sono state riscontrate contusioni ed escoriazioni con una prognosi di cinque giorni. Parzialmente difforme e’ stata la versione emersa davanti al giudice, dove gli indagati hanno risposto alle domande e dove la difesa ha evidenziato che le due donne sarebbero state lontane dal luogo dei fatti contestati, avendo trascorso la notte in una stazione di servizio, e che quando sono arrivate nei pressi della roulotte non hanno sentito alcun rumore che potesse fare pensare a un violenza.

Gheorghe Micu, poi, ha riferito di aver trascorso effettivamente la notte nella roulotte con B.M., ma solo perche’ sarebbero entrambi crollati addormentati perche’ ubriachi, e che anche se ci sarebbe stata una discussione perche’ Micu voleva dal 67enne dei soldi per il lavoro gia’ svolto e non come anticipo, si sarebbe trattato solo di un diverbio e il piu’ giovane non avrebbe alzato un solo dito sul suo datore di lavoro. Le lesioni che sono state riscontrate su B.M., secondo la versione dell’indagato, il primo se le sarebbe procurate giorni prima, quando una mucca lo avrebbe urtato violentemente gettandolo a terra. 

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza