La coca nel motorino del detenuto ai domiciliari

CROTONE – Gli agenti della squadra Volante della Polizia di Stato hanno tratto in arresto Raffaele Vrenna, 31enne crotonese che attualmente era sottoposta al regime degli arresti domiciliari, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo aver accertato che nei pressi dell’abitazione di Vrenna veniva smerciata la droga, gli uomini delle Volanti, coordinati dal commissario capo Francesco Muraca, si sono recati sul posto per eseguire una perquisizione della sua abitazione, effettuata con l’ausilio di una unita’ cinofila della Guardia di Finanza di Crotone. Proprio il cane, ben addestrato, durante la ricognizione del perimetro esterno dell’immobile ha segnalato la presenza di stupefacente nei pressi di un motociclo intestato a Vrenna che era parcheggiato sul retro dell’edificio; a terra, infatti, gli agenti hanno rinvenuto cinque involucri contenenti stupefacente, nei primi quattro c’erano due grammi e mezzo di cocaina, nell’altro 3,4 grammi di hascish. Lo stesso cane antidroga ha permesso di scoprire nel vano porta oggetti del motociclo un involucro contenente altri 22 grammi di hashish. E’ emerso, quindi, che Vrenna aveva gettato lo stupefacente in giardino nel momento in cui si era accorto dell’arrivo dei poliziotti e che, precedentemente, aveva occultato l’hascish nel motociclo. La droga rinvenuta e’ stata sottoposta a sequestro.