ASCOLTA RLB LIVE
Search

Frequenze Tv, Il Tribunale “oscura” Infospazio

CATANZARO – Frequenze oscurate dalla legge. Il tribunale di Catanzaro ha rigettato il ricorso della Società Infospazio, tendende a riottenere le frequenze delle emittenti televisive Telespazio Tv e Telespazio Tv-Studio 3.

I magistrati del tribunlale catanzarese, nel rigettare l’istanza della società su citata, hanno, inoltre, condannato la stessa, non solo alle spese processuali ma al pagamento di una multa, per condotta processuale scorretta. Tale sanzione pecuniaria, dal valore ancora non quantificato, la Società Infospazio la dovrà versare in favore di Radio Telespazio Spa e delle altre emittenti, tra cui figurano anche Calabria Tv e Soverato Uno. Nel corso dell’udienza e nel successivo pronunciamento del verdetto di condanna, i togati del tribunale hanno, inoltre, accertato l’intervenuta risoluzione, al 31 dicembre 2011, del contratto in affitto di ramo d’azienda con Radio Telespazio, e con conseguente obbligo, non rinviabile, di restituzione degli studi televisivi e delle postazioni detenute, in maniera assolutamente abusiva, come fatto rilevare dai giudici, da Infospazio. Non solo. Il Ministero delle Comunicazioni, ha ravvisato l’analogo orientamento giudiziario, accertando l’occupazione abusiva da parte di Infospazio, delle frequenze digitali legittimamente assegnate a Telespazio Tv, Telespazio Tv-Studio 3, Calabria Tv e Soverato Uno, intimando alla stessa Infospazio la disattivazione, immediata, dei canali utilizzati illegittimamente dalla società ricorrente e dai propri partner associati.