Nucera (Pdl), si’ cittadinanza a figli immigrati

REGGIO CALABRIA  – ”E’ sempre piu’ indifferibile una presa di posizione adeguata ed efficace

del Parlamento in una materia cosi’ complessa e dinamica quale quella della cittadinanza. Di fronte ad un mondo che cambia continuamente sotto i nostri occhi, dove la multietnia e il multiculturalismo non sono semplicemente un dato di fatto ma una conquista della societa’, non si puo’ piu’ stare inerti.


Serve una legge che risponda effettivamente al nuovo contesto sociale segnato da grandi mutamenti ed, in particolare nell’ultimo ventennio, da un consistente incremento dell’immigrazione. Una legge anche e soprattutto che tragga la propria ratio dai principi costituzionali e dalle norme internazionali a tutela della dignita’ della persona e del minore”. E’ quanto dichiara il segretario-questore del Consiglio regionale della Calabria, Giovanni Nucera (Pdl), che aggiunge: ”I dati sono eloquenti: 864.000 sono i figli d’immigrati in Italia con una incidenza che arriva al 7% della popolazione scolastica. E’ in questo contesto che si inserisce la necessita’ di un salto culturale che investa la sensibilita’ istituzionale e la capacita’ di rapportarsi ai processi innovativi. Anche in occasione di recenti incontri che ho avuto con famiglie multietniche, ho ricordato come siano sempre piu’ numerosi i minori stranieri che nascono, crescono e vivono nel nostro Paese, che coltivano speranze e sogni di ragazzi e che guardano al loro futuro con la speranza concreta di contribuire alla crescita complessiva della nuova realta’ che li ospita. Italiani di fatto ma non di diritto”.

”Ebbene, a queste risorse morali e intellettuali con i quali i nostri figli hanno imparato a interloquire e a confrontarsi, – conclude Nucera – e’ arrivato il momento di consegnare strumenti legislativi consoni allo spirito dei tempi e al volto di una societa’ sempre piu’ moderna e aperta”.

 

(Fonte ASCA)