Acri: travolto dal trattore un agricoltore 58enne

ACRI – Schiacciato dal gigante di ferro. E’ morto così, Pasquale Longobucco, agricoltore di Acri, classe ’54, travolto dal suo trattore mentre stava facendo dei lavori di aratura su un terreno di sua proprietà. La tragedia si è consumata nella tarda serata di ieri, in via Pietro Morella,

popoloso rione di San Giacomo d’Acri. Il 58enne, per causa ancora in corso d’accertamento da parte dei carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Roberto Luciani, è caduto dal mezzo che ha finito la sua corsa travolgendolo. Quando i familiari dell’agricoltore non hanno visto tornare il loro congiunto a casa, sono corsi verso il terreno, dove hanno visto la straziante scena. L’0agricoltore era schiacciato sotto il peso dle gigante di ferro, privo di sensi. Immediatamete sono stati allertati i soccorsi. Una telefonata infatti è arrivata sia alla sala operativa del comando provinciale dei vigili del fuoco di Cosenza, sia alla centrale del 118 di Cosenza. Dai due punti ìnevralgici di soccorso, sono prontamente partite le squadre d’emergenza, arrivate sul luogo della tragedia in un valzer di lancette. Purtroppo, però, per il 58enne non c’era più niente da fare. Il personale medico, infermieristico e paramedico del Suem, infatti, hga acertato che la morte era stata istantanea. I vigili del fuco del comando di viale della Repubblica hanno lavorato tanto per alzare il pesante mezzo agricolo ed estrarre il cadavere dello sfortunato 58enne. Il mezzo poi è stato mesos in sicurezza e la scena della tragedia è stata lasciata agli inquirenti per le indagini di loro competenza. Il pm di turno della Procura della Repubblica ha disposto l’esame autoptico sul cadavere dell’agricoltore per stabilire l’esatta causa della morte. Si sospetta un errore di manovra, ma non è escluso un eventuale malore accusato da POasquale Longobucco mentre stava lavorando. Sarà il medico legale a dare la risposta su questa tragedia.