Spezzano Sila, convegno del Pd su “Calabria e Mezzogiorno”

SPEZZANO SILA – Il futuro dell’Italia parte dal Sud? O almeno così si spera e sarebbe anche il momento di provarci, non a sperare, ma a ripartire. Intanto, mentre il nostro punto di domanda, resta in attesa di risposte, concrete e non infarcite di insulso politichese, alle 17, su iniziativa del locale circolo del Pd, si terrà a Spezzano della Sila, presso la Sala Convegni di Via Roma, una manifestazione sul tema “Calabria e Mezzogiorno, una risorsa per il futuro dell’Italia”

a cui prenderanno parte il sindaco dell’importante comune silano Tiziano Giglio, il segretario del Circolo del Pd Salvatore Monaco, il presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio e il Commissario regionale del Pd Alfredo Dattorre. L’iniziativa – come riporta una nota – «è finalizzata alla preparazione della Conferenza nazionale del Pd sul Mezzogiorno che si terrà il 29 e il 30 presso il Centro Agroalimentare di Lamezia Terme, che sarà conclusa dal segretario nazionale Pier Luigi Bersani e che ha l’obiettivo di rilanciare l’impegno del Partito Democratico per la crescita e la riscossa civile del sud».

La Conferenza avrà inizio con la prima sessione plenaria sabato 29 alle ore 15 e proseguirà, a partire dalle 17.30, con il lavoro in parallelo di sei Forum tematici su questioni cruciali per il Mezzogiorno: Sviluppo, Legalità, Sapere, Welfare, Mediterraneo, Istituzioni, aperte anche al contributo di realtà e testimonianze esterne al partito. La sessione plenaria si terrà domenica mattina dalle 9.30 alle 13 con le conclusioni del segretario nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani. «Dopo la mozione parlamentare sulla Calabria presentata dal Pd alla Camera dei Deputati e di cui è stato primo firmatario lo stesso segretario nazionale del partito –si legge in una nota- la scelta di far svolgere in Calabria anche la Conferenza Nazionale del Pd sul Mezzogiorno è un ulteriore segnale dell’attenzione del Pd nazionale nei confronti della nostra regione. L’iniziativa sarà, infatti, l’occasione per lanciare all’intero Paese un messaggio forte sull’impossibilità di una ripresa dell’Italia e di una sua rinnovata credibilità in Europa che non abbia al centro un credibile progetto di riscatto economico e civile delle regioni meridionali. È oltremodo significativo che questo messaggio venga lanciato dalla Calabria per riaccendere i riflettori e l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale sulle condizioni di questa terra devastata per anni dalla cultura politica del centrodestra che per salvare il Nord ha reso impronunciabile la parola Sud. Per questo motivo – conclude la nota – abbiamo voluto promuovere un dibattito che fosse in qualche modo propedeutico alla “due giorni” di Lamezia e che richiamasse iscritti e simpatizzanti del Pd, rappresentanti delle forze sociali produttive ad una seria ripresa del dibattito politico da cui far emergere idee e proposte per dare a questa nostra regione un serio progetto di rilancio e di sviluppo».