ASCOLTA RLB LIVE
Search

Parco Sila: riconoscimento Unesco, proseguono gli incontri

CATANZARO – Si e’ tenuto ieri pomeriggio alla Provincia di Cosenza il secondo incontro territoriale indetto dal Parco Nazionale della Sila per illustrare i contenuti della propria candidatura al riconoscimento MAB (Man and Biosphere) dell’Unesco e raccogliere le adesioni al programma.

Dopo la riunione operativa del 23 luglio alla Provincia di Catanzaro, l’appuntamento di ieri, a cui hanno preso parte la presidente e il direttore dell’Ente Parco, Sonia Ferrari e Michele Laudati, il presidente della Provincia, Mario Oliverio, il dirigente del Settore Programmazione e Internazionalizzazione della Provincia di Cosenza, Giovanni Soda, Giuseppe Paonessa della “Paonessa & Partners”, e’ stato rivolto ai Comuni, agli stakeholders, alle Universita’, alle Associazioni di categoria, imprenditoriali, datoriali e sindacali del territorio cosentino che intendono far parte dell’area MAB. L’appuntamento si e’ inserito nell’ambito di una serie di azioni di animazione territoriale messe in campo dal Parco al fine di coinvolgere quanto piu’ possibile il territorio in questa sfida che condurra’ – una prima fase di valutazione e’, infatti, gia’ stata superata positivamente – al conseguimento di un riconoscimento che, come ha dichiarato il direttore dell’Ente Parco, Michele Laudati, “sarebbe per l’intera regione un motivo di immensa soddisfazione, considerato anche che in Italia le aree MAB, le Riserve della Biosfera, sono soltanto nove ed il Parco costituirebbe la decima. Cio’ che e’ fondamentale comprendere e’ che le aree che aderiscono al MAB non sonno soggette ad alcun vincolo, ma otterranno soltanto vantaggi in termini di sviluppo socio-economico e garanzia di un rapporto equilibrato fra la conservazione delle risorse e dello sviluppo sostenibile e le comunita’.”Il presidente Sonia Ferrari ha ricordato ai presenti come “la Regione Calabria, durante il primo incontro dedicato al programma MAB, con la partecipazione di quattro assessori regionali, Michele Trematerra (Agricoltura e Foreste), Alfonso Dattolo (Urbanistica e Governo del Territorio), Giacomo Mancini (Bilancio e Programmazione), Francesco Pugliano (Politiche dell’Ambiente), abbia ufficializzato il proprio sostegno alla candidatura del Parco della Sila al riconoscimento Unesco, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente, dichiarando di voler inserire questo importante progetto nella programmazione POR 2014/2020.” Un’azione sinergica tanto forte per un fine comune, il raggiungimento di un obiettivo tanto importante con la firma di un protocollo d’intesa tra tutti i soggetti, pubblici e privati, che aderiranno al programma MAB sono stati i temi al centro delle conclusioni del presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, evidentemente entusiasta di come procedono le attivita’ di animazione territoriale promosse dal Parco per il riconoscimento della Riserva della Biosfera dell’Unesco. “I benefici che ne deriverebbero sono di immensa portata, non solo per la visibilita’ del Parco e di tutta l’area MAB a livello internazionale, che collocherebbe la regione oltre i propri confini, ma anche per le opportunita’ di sviluppo sociale ed economico che interesserebbero il territorio coinvolto. Per questo la Provincia e’ e sara’ al fianco del Parco durante tutto l’iter della sua candidatura al riconoscimento promosso dall’Unesco.” – ha concluso Mario Oliverio. Cosi’, il sostegno del Commissario straordinario della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, presente alla riunione operativa che si e’ tenuta martedi’ scorso, si unisce al supporto del Presidente Mario Oliverio per la provincia cosentina ed oggi pomeriggio il Parco sara’ impegnato nell’incontro territoriale previsto questa volta nella sede dell’Amministrazione provinciale di Crotone ed al quale prendera’ parte il Presidente Stanislao Zurlo. La riunione operativa avra’ inizio alle 16:00 e sara’ destinata alla raccolta di adesioni ed al coinvolgimento del versante crotonese nel programma MAB Unesco.