Terremoti in Calabria, tremano Jonio e Pollino

COSENZA – Continua lo sciame sismico in Calabria.

Un terremoto di magnitudo 2.3 è avvenuto stanotte alle 02:54. Il sisma è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico del  Mar Ionio nella zona sud delle coste calabre. Qualche ora prima alle 22.20 un’altra scossa di lieve intensità con magnitudo 2.1 è stata registrata nell’area del Pollino. Attualmente non sono stati segnalati danni a cose o persone. Mormanno e Morano Calabro sono i Comuni in cui il movimento sismico è sstato avvertito maggiormente. “Il Governo ha accolto un ordine del giorno, di cui sono prima firmataria e sottoscritto da parlamentari lucani e calabresi, con il quale si e’ impegnato a: valutare di prorogare il termine di scadenza dello stato di emergenza per le aree del Pollino colpite dal sisma sino al 31 dicembre 2014; adottare misure di esenzione in materia di IMU e TARSU per i fabbricati distrutti o resi inagibili; disporre la sospensione dei versamenti fiscali e contributivi e delle rate di mutuo, nonche’ la sospensione di ogni procedura di esecuzione forzata; escludere dal patto di stabilita’ interno le spese sostenute dai comuni per interventi urgenti e per il personale utilizzato per fronteggiare lo stato di emergenza”. Lo rende noto Maria Antezza, deputata del Partito democratico, che ritiene il risultato “positivo ma non sufficiente e auspica che il Governo trovi una soluzione attesa e necessaria per andare incontro alle esigenze dei cittadini, delle imprese e dei comuni”.